Ilaria Capua contro il gioco rischioso dei negazionisti

La virologa Ilaria Capua si dice davvero turbata riguardo al comportamento dei negazionisti. Il loro è un gioco rischioso. 

Ilaria Capua Coronavirus Trump
Parla la virologa Ilaria Capua sulla situazione Coronavirs e su Trump Foto dal web

Ilaria Capua è rimasta senza parole dall’atteggiamento assunto dai negazionisti e parla con toni accesi in un suo articolo per il Corriere della Sera. Da quando è scoppiata la pandemia di Covid-19, abbiamo assistito a manifestazioni di molte persone che sottovalutano il virus e non credo nei suoi effetti potenzialmente mortali. Il mondo  sta cadendo sempre più nel caso e tutto sembra davvero essere sottosopra. “Il negazionismo è davvero inaccettabile“, ha dichiarato la virologa.

Leggi anche -> Covid e nuovo DPCM: si va verso la chiusura dei musei

Leggi anche -> Negazionisti | la provocazione del medico | ‘Un bel tour in ospedale per voi’

La Capua ribadisce che per anni si sono studiate le pandemie che hanno colpito il genere umano e che la cosa principale da fare è seguire le regole. A queste già note se ne sono aggiunte di nuove, data l’unicità del virus che ci ha colpiti. Siamo tutti a conoscenza dei numeri che indicano i contagi e i morti, ma nonostante questi, assistiamo allo scontro di due poli opposti. La virologa mette in luce che a causa di queste idee contrastanti, molte misure di sanità pubblica di base sono state disattese.

La virologa Ilaria Capua mette in guardia dalle folle senza mascherine: “vedremo gli effetti di tutto ciò e sarà troppo tardi”

La Capua è davvero sul piede di guerra contro coloro che non rispettano le regole in un momento delicato come questo. Descrivendo la situazione negli Stati Uniti è sconcertata. Gli assembramenti degli elettori repubblicani sono aggravati dal fatto che il loro stesso leader non indossa la mascherina. Anche lì, il fronte che non riconosce il rischio della pandemia si scontra con quello che ne è invece allarmato e che vorrebbe attuare misure coercitive. La virologa è sicura che presto si vedranno gli effetti di questi assembramenti fatti di folle oceaniche. “Si capirà se l’origine dei nuovi contagi è legata a un comizio elettorale “non protetto” oppure no”, ha dichiarato.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI.

 

In Europa invece si propende per un’altra via. Qui i Governi parlano di lockdonw perché l’unico modo di fermare i contagi sembra essere il blocco totale. Alcuni Stati sono ancora frenati dalle possibili, se non certe ripercussioni economiche. Nonostante i tentennamenti, non c’è più molto tempo e i Governi saranno obbligati a prendere delle decisioni. “Ma queste misure di restrizione sono o non sono necessarie per salvarci da un nuovo collasso del servizio sanitario o addirittura da un’ecatombe?”, tuona ancora la virologa.

Leggi anche -> Covid: il Belgio va in lockdown, il coprifuoco non basta più

Leggi anche -> Donald Trump senza freni: l’attacco a Fauci e “tutti quegli idioti”