Ferrari in lutto: “Grave perdita per il team di Maranello”

La Ferrari piange la morte di Tommaso Carletti, ex ingegnere del team di Maranello scomparso nella giornata di oggi all’età di 83 anni.

Si è spento a 83 anni, dopo una lunga malattia, nell’ospedale della natia Viterbo, l’ingegnere Tommaso Carletti, uno dei personaggi che hanno contribuito a rendere grande la Ferrari. Nel 1982 era stato l’ingegnere di pista di Didier Pironi, prima di passare a Renault e Minardi. Professionista molto stimato anche per le sue doti umane, ha gravitato molti anni nel Circus della F1 e lascia un grande vuoto nel team di Maranello (e non solo).

Leggi anche –> Eddie Irvine, che fine ha fatto l’ex pilota della Ferrari? 

Leggi anche –> Carlos Sainz è il nuovo pilota della Ferrari, l’annuncio ufficiale – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’addio all’ex ingegnere della Ferrari

Tom, come era chiamato da tutti, era un signore d’altri tempi, grande appassionato di corse e con una lunga esperienza nel mondo della Formula 1. Dopo la laurea in ingegneria, aveva iniziato a lavorare al Reparto Esperienze FIAT, rimanendovi per più di 10 anni, prima di ricevere la chiamata di Maranello per fare il grande salto in Formula 1 con la Ferrari nell’era di Mauro Forghieri.

Come accennato, Tommaso Carletti è stato ingegnere di pista di Didier Pironi nel 1982, poi l’ingaggio alla Renault e in seguito quello alla Minardi: a Faenza è rimasto sei anni dal 1986 fino al 1991 seguendo Andrea De Cesaris, Adrian Campos, Luis Perez Sala, Paolo Barilla e Gianni Morbidelli. Quindi l’approdo alla Fondmetal. Nel 1994 è stato anche consulente del Tribunale di Bologna per determinare le cause della morte di Ayrton Senna nel tragico incidente al GP di San Marino con la Williams. A causa della sua malattia Tommaso Carletti aveva subito qualche anno fa l’amputazione di un arto, e da allora si era messo a riposo “forzato”.

EDS