Tamponi a scuola, cambiano le regole: iniziano i test rapidi

Le scuole hanno riaperto da meno di un mese e l’ISS ha già provveduto ad un documento per stabilire le nuove regole in merito ai tamponi.

L’Istituto Superiore di Sanità, guidato da Silvio Brusaferro, sta già scrivendo un documento per le scuole, per precisare a chi bisognerà fare i tamponi molecolari (quelli tradizionali che richiedono alcuni giorni per il referto, a causa delle code), a chi i test antigenici (quelli veloci con prelievo nel naso) e a chi i test antigenici rapidi salivari, attualmente in corso di validazione.

LEGGI ANCHE -> Voghera, maestra di scuola elementare muore a scuola: aveva solo 43 anni

LEGGI ANCHE -> Coronavirus e viaggi all’estero: nuove regole tra tamponi e quarantene

La decisione degli esperti del Ministero della Salute è di modificare le regole attuali previste per le scuole su tre linee di intervento, che permetteranno di continuare le lezioni in maniera ordinata e senza perdite di tempo eccessive, dovute a ritardi e confusione. Sì ai test rapidi in caso di sintomi Covid da parte di studenti o professori in modo da avere la risposta entro pochi minuti, per poter decidere l’isolamento di tutti i contatti, ai quali verrebbe fatto il test rapido. In caso di risposta positiva e di contagio, si farebbe il secondo tampone tradizionale di conferma, che dà un risultato più stabile. Per ora i test rapidi nasali rischiano, infatti, di dare molti falsi positivi.

LEGGI ANCHE -> Vincenzo, 16enne rifiutato da tutte le scuole causa Covid | “Non c’è posto”

Tamponi nelle scuole, le modifiche previste

Tra le modifiche, ci sarà la riduzione dei giorni di quarantena, che passano da 14 a 10 per tutti coloro entrati in contatto con l’allievo o il prof positivo, ma con un test di conferma della negatività prima del rientro eventuale a scuola. Anche in questo caso, si potrebbe utilizzare il test rapido. Inoltre, verrà introdotto lo screening con test rapido salivare nelle scuole, che è molto meno invasivo rispetto a quello nasale e, quindi, più adatto ai bambini.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Quest’ultimo tipo di screening è ancora in corso di validazione, mentre quello antigenico veloce con prelievo dal naso è già stato autorizzato per gli screening negli aeroporti e, dal 29 settembre, anche nelle scuole.