Coronavirus, nuovo DPCM: nessuna limitazione per bar e ristoranti

Nuovo DPCM con le norme di contenimento del Coronavirus: nessuna limitazione per bar e ristoranti, smentite ipotesi circolate.

(screenshot video)

Non ci sarà alcuna limitazione prevista a livello nazionale per bar e ristoranti: il nuovo DPCM con le norme di contenimento del Coronavirus non sarà restrittivo come scritto da alcuni quotidiani. Lo spiegano bene fonti di Palazzo Chigi nel pomeriggio di oggi. Nelle scorse ore, molti proprietari di locali erano saliti sul piede di guerra, dopo quanto circolato già da sabato.

Leggi anche ->Coronavirus, nuovo Dpcm: multe di 3000 euro per chi è senza mascherina

Ora il coprifuoco viene decisamente smentito: “Non c’è nessuna intenzione da parte del governo di chiudere ristoranti, bar e locali come si legge su alcune testate, né di anticiparne l’orario di chiusura introducendo di fatto un coprifuoco”. Molto potrebbe dipendere dalle singole Regioni, ma in ogni caso da parte del governo le restrizioni non saranno così severe.

Leggi anche –> Coronavirus, Conte: “Meno libertà per tutelare la salute dei cittadini”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le parole del presidente del Consiglio su Coronavirus e nuove limitazioni

Anche il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo sulle ultime fughe incontrollate di notizie, ha voluto rassicurare soprattutto su un nuovo possibile lockdown. “Siamo in una situazione diversa dalla fase iniziale dell’emergenza Coronavirus” – ha detto il premier poco fa – “E’ chiaro che il contagio continua, ma posso dire che siamo fiduciosi di tenerlo sotto controllo perché abbiamo un sistema sanitario rafforzato e abbiamo elaborato un sistema di monitoraggio molto sofisticato”.

Quindi ha voluto evidenziare che le sue parole non vengono pronunciate con “uno spirito di incauto ottimismo”. Queste le sue parole nell’intervista a Monica Maggioni, in onda nella versione integrale su Rai 1, a “Settestorie”. In precedenza, il premier aveva osservato: “Il costante aumento dei contagi in tutta Italia, seppur ancora sotto controllo, ci impone di tenere l’attenzione altissima e di continuare a essere molto prudenti, rinunciando ad alcune libertà”.

mascherine conte