X-Factor, la star del programma rivela di aver subito molestie in diretta tv

Durante una premiazione televisiva, la star di X-factor ha rivelato in diretta televisiva di essere stata vittima di molestie sessuali.

Il raggiungimento della parità dei sessi in tutti i campi della vita è una delle principali lotte della nostra epoca e della nostra società. E’ noto come in molti Paesi del mondo le donne siano costrette a subire vessazioni, siano pagate di meno, abbiano meno spazio nei ruoli dirigenziali e siano vittime di un sistema maschilista ed omertoso che le obbliga a subire in silenzio le molestie dei colleghi uomini.

Leggi anche ->Gran Bretagna, deputata laburista accusata di molestie su una donna

Tre anni fa è venuto a galla un sistema di molestie nascosto e implicitamente accettato nel mondo dello spettacolo. A fare da apripista a questa denuncia mondiale è stato il caso Weinstein, produttore cinematografico accusato da decine di donne e condannato nei mesi scorsi a 23 anni di carcere per stupro e abusi sessuali. In quel periodo è nato il movimento “Me too”, teso a svelare gli altri casi di molestie sessuali e abusi nei confronti delle donne in ambito lavorativo.

Leggi anche ->Stupro e abusi: Harvey Weinstein condannato a 23 anni

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Star di X-Factor denuncia le molestie subite in diretta

Dopo il clamore iniziale, il movimento ‘Me too‘ ha perso la sua forza mediatica, ma continua ad essere un punto di riferimento per quelle donne che sono vittime di abusi e molestie. Ciò che nessuno si aspettava è che a dare vigore alla denuncia delle donne sarebbe stata una star della televisione danese. Lo scorso 6 settembre la presentatrice di X-Factor Sofie Linde (31 anni), è stata chiamata a presentare gli ‘Zulu Award‘, una cerimonia di premiazione delle migliori trasmissioni televisive dell’anno.

Proprio in quella occasione la conduttrice ha denunciato pubblicamente che il sessismo e gli abusi si verificano tutt’oggi anche nella politicamente corretta Danimarca. Un Paese in cui a livello nominale le differenze tra uomo e donna sono state abbattute, ma dove, a quanto pare, a livello pratico c’è ancora molta strada da fare. Sul palco degli awards, Sofie ha dichiarato: “Non si può dire che le donne e gli uomini sono uguali in Danimarca semplicemente perché non è vero”. Quindi ha rivelato di aver subito molestie durante tutta la sua carriera televisiva, la prima quando aveva 18 anni ed un produttore le ha chiesto del sesso orale minacciandola di rovinarle la carriera in caso di rifiuto.

La conduttrice è stata duramente attaccata sui social nei giorni seguenti. In molti erano convinti che le sue accuse fossero false, ma ben presto in suo soccorso sono giunte le testimonianze di molte altre donne. Alcune delle quali sono state pubblicate dal quotidiano ‘Politiken‘. In una di esse si legge: “Tutte noi abbiamo subito, nel corso della nostra carriera, commenti inappropriati sul nostro modo di vestire, messaggi allusivi, contatti fisici al di là del consentito. Non sono pochi gli uomini da evitare alle feste di Natale. È successo in passato, succede ancora”.