Lo “scherzo” dell’amica finisce in tragedia: perde il bebè che portava in grembo

Una donna che non sapeva di essere incinta ha subìto un aborto spontaneo dopo che un’amica l’ha coinvolta un un “gioco” andato storto. 

Keeley Harrison ha messo in moto ed è partita con l’auto della sua amica Megan Meredith mentre quest’ultima era sul cofano, facendola cadere e rompendole la caviglia e il ginocchio. La signora Meredith è stata scaraventata a terra dalla sua Ford Ka blu a Bargoed, nel Galles, il 22 marzo dello scorso anno. Va da sé che l’incidente ha messo fine all’amicizia.

Leggi anche –> Donna incinta uccisa | massacrata di botte dal fidanzato pugile | FOTO

Leggi anche –> Dolori addominali, partorisce un’ora dopo aver scoperto di essere incinta

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’infelice pensata dell’amica della futura mamma

Tutto è iniziato quando la signora Meredith è andata a gettare la spazzatura in un bidone e Harrison è saltata al posto di guida della sua macchina, intenta in quello doveva essere uno scherzo mentre sarebbe potuto diventare una tragedia. Harrison, 20 anni, ha chiuso a chiave le portiere e ha tentato di scappare con l’auto dell’amica, per poi frenare bruscamente, facendo cadere a terra la signora Meredith.

A seguito dell’incidente la poveretta ha subito un aborto spontaneo, avendo scoperto di essere incinta durante il trattamento al Prince Charles Hospital di Merthyr Tydfil, oltre a una frattura alla caviglia destra e un’altra alla tibia destra. Nonostante sia stata sottoposta a un intervento, Meredith continua ad avere molti problemi di salute. Le è stato anche detto che la sua gamba potrebbe non riprendersi mai completamente. Harrison è stata condannata a 18 mesi di detenzione in un istituto per giovani delinquenti, con pena sospesa per 18 mesi. Le è stato inoltre vietato di guidare per due anni e ordinato di svolgere 180 ore di lavoro non retribuito e pagare 600 sterline di spese.

Leggi anche –> Donna uccide l’amica incinta per rubarle il figlio: “Ero ossessionata dai bimbi”

EDS