Home News Misteriosa scoperta in mare: nave di 400 anni in perfette condizioni

Misteriosa scoperta in mare: nave di 400 anni in perfette condizioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:35
CONDIVIDI

Un’enorme nave affondata ben 400 anni fa nel Mar Baltico è stata casualmente ritrovata in ottimo stato di conservazione.

Un’imponente nave imperiale è stata trovata in condizioni quasi perfette nonostante abbia trascorso quasi 400 anni sott’acqua a seguito di un misterioso affondamento. Si tratta di un fluyt, un tipo di imbarcazione che fu la chiave per l’ascesa dell’Impero olandese a superpotenza economica che nella prima metà del XVII secolo gestiva metà delle spedizioni europee. Il fluyt (noto anche come fluit o flute) è un tipo di veliero originariamente creato e pensato per il trasporto marittimo: originario dei Paesi Bassi nel XVI secolo, il vascello era disegnato per facilitare il viaggio transoceanico con la massima capienza.

Leggi anche –> Nave giapponese scomparsa, trovato un superstite: è rimasto su una zattera per 3 giorni

Leggi anche –> Marito uccide moglie | la ammazza in crociera e getta il corpo dalla nave

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’incredibile ritrovamento della nave nel mar Baltico

La nave è stata ritrovata sul fondo del Mar Baltico da una squadra di sub capitana da Jouni Polkko, che ha raccontato: “Lo scafo è intatto. La nave in mezzo al mare, quindi non si è arenata. Forse si è capovolta durante una tempesta, o le pompe erano bloccate e la nave ha immesso troppa acqua a causa di una perdita. Chissà… Probabilmente non lo sapremo mai con certezza”. Fatto sta che l’imbarcazione sembra essere quasi completamente intatta. Le stive sono piene, ma è ancora impossibile dire cosa stesse trasportando, a causa dei sedimenti che nel frattempo l’hanno ricoperta.

Juha Flinkman, anche lui del gruppo di sub, ha detto che è stata una “grande sorpresa”. “Questa famiglia di navi fluyt è stata fondamentale per l’ascesa della Repubblica olandese alla superpotenza economica che era”, ha spiegato. “Ai loro tempi erano navi molto efficienti. E bisogna ricordare che era questo tipo di nave che praticamente tutti gli esploratori olandesi usavano nell’Artico e per andare in Australia e in Asia.”

I sub hanno scoperto il relitto alla foce del Golfo di Finlandia, dove ritengono che le condizioni locali uniche abbiano contribuito a proteggere la struttura della nave. “È solo in rari luoghi in tutto il mondo, compreso il Mar Baltico, che i relitti di legno possono sopravvivere per secoli senza essere distrutti – sottolinea Polkko -. A causa della bassa salinità, dell’oscurità assoluta e delle temperature molto basse tutto l’anno, questi processi sono molto lenti nel Baltico. Forse la cosa più importante è che gli organismi dannosi per il legno non possono vivere in tali ambienti”.

EDS