Era morto dopo una lite nello show tv trash: la verità su Steve Dymond

La causa della tragica morte di Steve Dymond, ospite del famigerato Jeremy Kyle Show, è stata una fatale overdose. 

Steve Dymond era stato trovato morto nella sua casa in affitto di Portsmouth, in Inghilterra, il 9 maggio 2019 e oggi si è svolta un’udienza preliminare mentre vanno avanti le indagini sulla drammatica vicenda. L’ospite del famigerato Jeremy Kyle Show è deceduto a seguito di un’overdose di morfina che, unita ai problemi cardiaci di cui soffriva, gli è stata fatale. E’ quanto ha spiegato dal medico legale nell’aula del tribunale.

Leggi anche –> Jeremy Kyle Show, il controverso show sospeso dopo il suicidio di un partecipante

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’overdose costata la vita a Steve Dymond

Il mix di morfina e ipertrofia ventricolare sinistra non ha lasciato scampo a Steve Dymond. Ma è stato soprattutto il dolore provato dal 63enne dopo il test della macchina della verità al Jeremy Kyle Show, e la conseguente fine del rapporto con la sua compagna, a portarlo a un così tragico epilogo. Non a caso il programma tv trash è stato sospeso dopo quanto accaduto (ma dovrebbe tornare in onda il prossimo 29 o 30 ottobre).

L’inchiesta sul caso avrebbe dovuto iniziare lo scorso 27 aprile e sarebbe dovuta durare quattro giorni, ma è stata rinviata a causa dell’epidemia di Coronavirus. Si ritiene che Dymond abbia preso un’overdose pochi giorni dopo aver fallito il test della macchina della verità nello show tv, quando gli è stato chiesto se avesse tradito la fidanzata Jane Callaghan. La registrazione del programma è avvenuta il 2 maggio 2019, ma non è mai stata trasmessa.

EDS