Sarah Scazzi avrebbe 25 anni: fu uccisa esattamente 10 anni fa

Il delitto di Sarah Scazzi ad Avetrana, la ragazza oggi avrebbe 25 anni: fu uccisa esattamente 10 anni fa dalla cugina e dalla zia.

Sabrina Misseri

Sono passati esattamente dieci anni dall’omicidio di Sarah Scazzi, la 15enne di Avetrana. Per il suo delitto, nel maggio 2019, la Cassazione ha confermato l’ergastolo per la cugina, Sabrina Misseri, e la zia, Cosima Serrano.

Leggi anche –> Sarah Scazzi: la sua vicenda diventa una serie televisiva

Nella vicenda, come molti ricorderanno, un ruolo rilevante ha avuto lo zio Michele Misseri, padre di Sabrina e marito di Cosima, che è stato condannato alla pena di 8 anni di reclusione per soppressione di cadavere e inquinamento delle prove.

Leggi anche –> Sarah Scazzi, mamma Concetta: “Posso anche perdonare, se…”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

I luoghi dell’orrore dove fu uccisa e fatta sparire Sarah Scazzi

Il corpo dell’adolescente, che ad aprile di quest’anno avrebbe compiuto 25 anni, venne trovato ben 42 giorni dopo la sua scomparsa. Anche la svolta nel caso è ‘mediatica’: arriva infatti prima la confessione di Michele Misseri, che si autoaccusa di quel delitto, poi durante la trasmissione ‘Chi l’ha visto?’ viene comunicato a cognata Concetta Serrano, mamma di Sarah Scazzi, che la figlia è stata ritrovata morta.

Di Sarah Scazzi si sa praticamente tutto: la ragazza, è stato raccontato ad esempio in questi anni, era una fan di Avril Lavigne. In generale, i luoghi in cui questa tragedia si è consumata sono ormai di dominio pubblico: l’abitazione di Via Deledda, dove si sarebbe consumato l’omicidio, ad esempio, ma anche la buca profonda 4 metri con 80 centimetri d’acqua, in aperta campagna tra le province di Taranto e Lecce, dove la ragazza fu rinvenuta cadavere. Luogo che come il cimitero di Avetrana, dove Sarah Scazzi è sepolta, è divenuto nel tempo teatro di una sorta di “tour dell’orrore”.