Michelle Hunziker nella bufera si difende dagli attacchi: “Ero in buona fede”

La conduttrice svizzera Michelle Hunziker è stata subissata di critiche dal popolo web in seguito ad una serie di scatti.

Le vacanze estive di Michelle Hunziker hanno visto come ultima tappa la splendida Sicilia ed in particolare la suggestiva località agrigentina di Scala dei Turchi. La spiaggia siciliana è considerata una delle più belle d’Italia, sia per il mare cristallino che per la bellissima marna, una scogliera di roccia bianca, che si staglia sopra una caletta che da accesso al mare. Specie in questi anni in cui i social la fanno da padrone la spiaggia agrigentina è diventata famosa per le foto che i turisti si scattano sopra la marna.

Leggi anche ->Michelle Hunziker, la scena surreale con la figlia Aurora: cosa fanno

La conduttrice scrive di essersi recata esclusivamente sulla parte non sequestrata della scogliera, ma la verità è un’altra: la scogliera è sotto sequestro tutta e l’accesso alla suggestiva formazione di roccia bianca vietato a chiunque. La cosa è stata fatta notare immediatamente a Michelle e alla figlia Aurora e non sono mancate nemmeno le feroci critiche.

Leggi anche ->Michelle Hunziker, la dichiarazione d’amore su Instagram lascia senza parole

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Michelle Hunziker si difende dagli attacchi: “Ero in buona fede”

Assolutamente in buona fede, arrivando dal mare con una persona locale, la quale ci dava indicazioni, ci siamo attenuti…

Pubblicato da Michelle Hunziker su Domenica 23 agosto 2020

Compreso l’errore commesso, Michelle si è voluta scusare pubblicamente su Instagram ed ha spiegato che il suo è stato un errore innocente: “Assolutamente in buona fede, arrivando dal mare con una persona locale, la quale ci dava indicazioni, ci siamo attenuti tutti alle regole stando al di là della recinzione, la quale delimita in maniera evidente l’area sequestrata della scala dei turchi.Solo ora ho appreso che l’intera Area è sottoposta ad un’ordinanza di interdizione per rischio frane. Venendo da mare non ci sono cartelli visibili che indicano tale divieto”.

(Instagram)