Sabrina Beccalli | un arresto per omicidio e distruzione di cadavere

Ci sono due ipotesi di reato molto gravi nei confronti di una persona, accusata di avere eliminato Sabrina Beccalli. Lei è sparita a Ferragosto.

Sabrina Beccalli omicidio
Un arresto per omicidio e distruzione di cadavere di Sabrina Beccalli Foto dal web

Da quattro giorni Sabrina Beccalli è sparita dalla sua abitazione di Crema. Non si sa che fine abbia fatto la donna, ma le forze dell’ordine sono giunte subito ad una possibile svolta. C’è infatti un fermo per l’omicidio di Sabrina.

LEGGI ANCHE –> Crema, donna scomparsa: ritrovano l’auto carbonizzata e avvertono i familiari

Si tratta di un uomo, accusato non solo di avere compiuto il delitto ma anche di averne distrutto il corpo per fare perdere ogni traccia. L’arresto è avvenuto nella tarda serata di martedì 18 agosto 2020, con una operazione disposta dalla Procura di Cremona. Per quanto riguarda Sabrina Beccalli, quest’ultima si era allontanata in auto senza che i suoi cari sapessero dove fosse diretta. Poi l’auto è stata ritrovata distrutta dopo che qualcuno l’ha data alle fiamme nella notte di Ferragosto. Il ritrovamento della carcassa del veicolo si è verificato in località Vergonzana, una frazione di Crema. La donna scomparsa ha 39 anni, è separata e ha un figlio in età adolescenziale. Proprio i parenti di lei hanno confermato alle autorità di avere perso ogni sua notizia da sabato scorso.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Viviana Parisi, il cugino rivela: “Donna fragile in preda a deliri mistici”

Sabrina Beccalli, alla guida della sua auto c’era l’uomo arrestato

In quello stesso giorno Sabrina aveva accompagnato il figlio da degli amici per fargli trascorrere una mattinata in piscina ed aveva dato loro appuntamento per mezzogiorno. Quella è l’ultima volta in cui qualcuno l’ha vista. Le indagini degli inquirenti partite a seguito della denuncia della famiglia della 39enne si sono subito concentrate sull’acquisizione delle immagini estrapolate da alcune telecamere di sicurezza installate in strada. Questo ha portato ad una scoperta di rilievo: al volante dell’auto di Sabrina c’era un uomo, con gli investigatori che però non hanno voluto rivelare alcun dettaglio sull’identità dello stesso. Proprio lui ora risulta indagato per il femminicidio e la distruzione di cadavere.

LEGGI ANCHE -> Giovane mamma scomparsa: il figlio trovato a vagare da solo