Covid Italia | il virologo Broccolo | ‘Nuovo lockdown non da escludere’

“Una nuova quarantena potrebbe palesarsi”, il virologo Broccolo predica attenzione sulla situazione Covid Italia ed accusa gli irresponsabili.

Covid Italia broccolo
Virologo Broccolo Covid Italia nuovo lockdown non da escludere FOTO Getty Images

Il virologo Francesco Broccolo, dell’Università Bicocca di Milano e del laboratorio milanese ‘Cerba’ – struttura che dirige – parla a ‘Open’ della situazione Covid Italia attuale. Da circa una settimana, a suo dire, la forza del virus è andata in crescendo.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, il 72% degli anziani è pronto a vaccinarsi

“Ha raggiunto la stessa intensità riscontrata nello scorso marzo”, ovvero il periodo in cui il Coronavirus ha fatto stragi ogni giorno. “Ma è cambiato il target sul quale il virus attecchisce di più”. Ora a rischio sono soprattutto i giovani, asintomatici, dall’età media di 20-30 anni. “E tutti loro vanno in giro non sapendo di essere malati. “I giovani sono il bersaglio principale adesso perché sono proprio loro ad uscire di più e che di conseguenza fanno registrare anche i maggiori casi di non rispetto delle regole. Tutti loro fanno segnare una carica virale aumentata, ovvero una capacità accresciuta di infettare chi viene in contatto con loro”. Il virologo ricorda che “basta uno starnuto per infettare chi ci sta accanto. Quindi serve la mascherina quando si esce, specie nei posti al chiuso. E non soltanto dopo le 18:00”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Paola Perego, il figlio Riccardo sottoposto a tampone: ecco l’esito

Covid Italia, il virologo Broccolo: “Nuovo lockdown non è da escludere”

Per Broccolo il rischio di incappare in un nuovo lockdown per quanto concerne la situazione Covid Italia c’è e non è basso. L’estate, a suo dire, ha contribuito a rallentare la circolazione del virus. “Le goccioline che emaniamo evaporano molto prima. Ma in luoghi con aria condizionata resistono di più, anche per giorni”. I casi sono in aumento e fanno segnare il dato peggiore proprio al 19 agosto. E con il rientro a scuola serviranno ulteriori precauzioni, oltre a mascherina e distanziamento tra individui. “Ci vorranno test più rapidi, che rivelano la presenza del virus. Anche e soprattutto nelle scuole”.

LEGGI ANCHE –> Positivi al Coronavirus nel Cagliari: ritiro sospeso