Harry Potter, parla la star Jason Isaacs: “Ecco cos’ho fatto per la droga”

0
6

Jason Isaacs, tra i principali attori della saga di Harry Potter, parla a cuore aperto del suo passato e della sua lunga tossicodipendenza. 

Jason Isaacs, noto attore inglese entrato nel cuore di molti per il ruolo di Lucius Malfoy nella saga di Harry Potter (nonché quello del capitano Gabriel Lorca in Star Trek: Discovery), ha deciso di mettersi a nudo raccontando la sua difficile gioventù. In un’intervista al giornale inglese The Big Issue, per la rubrica “Letter to my younger self” (“Lettera al mio giovane me stesso”) la star ha parlato dei suoi problemi del passato legati all’abuso di droghe, ammettendo di aver sofferto di dipendenze sin dall’adolescenza.

Leggi anche –> Harry Potter eterno bambino: oggi compie 40 anni – VIDEO 

Leggi anche –> Daniel Radcliffe, la confessione: “Io alcolizzato per colpa di Harry Potter”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La confessione di Jason Isaacs, alias Lucius Malfoy di Harry Potter

“Ho sempre avuto una personalità esuberante e all’età di 16 anni avevo già superato gli alcolici e stavo iniziando una storia d’amore decennale con la droga” ha dichiarato Jason Isaacs. La sua prima ubriacatura è avvenuta quando aveva 12 anni: “Il barista, che all’epoca pensavamo fosse un eroe e che ora mi rendo conto che era da prigione, ci passò di nascosto una bottiglia di Southern Comfort. Bevemmo tutto nel bagno poi uscimmo dirigendoci barcollanti verso una festa”.

“Vomitai – prosegue l’attore -, caddi e tirai giù una tenda gigante, presi una ragazza, Dio la benedica… Corsi fuori, vomitai di nuovo, inciampai spaccandomi la testa sul marciapiede e sporcando di sangue tutti i vestiti. La mattina dopo mi svegliai con un forte mal di testa, puzzolente di vomito e con un’enorme crosta e il ricordo di essermi completamente umiliato. Tutto quello che pensavo era… Non vedevo l’ora di rifarlo. Perché? Non ne ho idea. Geni? Nutrizione? Segno zodiacale? So solo di aver inseguito quella gioia euforica che provai quella notte per altri vent’anni con conseguenze sempre più terribili”.

Poi, un bel giorno, Jason Isaacs ha deciso di disintossicarsi: “Improvvisamente mi è venuto in mente che se tutti quelli che conoscevo fossero morti, letteralmente ogni singola persona, probabilmente non mi sarebbe dispiaciuto più di tanto… Almeno potevo drogarmi in santa pace. Le droghe non erano un modo per affrontare quel senso di distanza, le droghe lo stavano causando”. L’attore, oggi 57enne, ha fortunatamente intrapreso un percorso di disintossicazione che lo ha portato a liberarsi delle sue dipendenze. Il segreto? Cercare la felicità nelle piccole cose…

EDS