Uomo ucciso a pugni dopo una lite per la fila al supermercato, lascia moglie e figli

Un uomo e padre di famiglia è stato recentemente ucciso per una banale lite nata durante la coda in un negozio della catena Screwfix. Emergono le prime foto dell’uomo.

Andrew Webster, di 51 anni, lavorava come trader e il giorno 2 luglio 2020 era in fila in un negozio della popolare catena inglese di articoli per la casa, Screwfix, di Warrington, nel Cheshire. Di lui chi lo conosceva bene dice che era “un vero eroe” e “uno tra gli uomini più gentili“.

LEGGI ANCHE -> Fratelli Luciani, cosa sappiamo della morte di due innocenti| VIDEO

LEGGI ANCHE -> Bambina stuprata | 27enne abusa di lei e la picchia a morte | FOTO

Il trader Andrew Webster è morto dopo aver ricevuto dei pugni ed aver subito una rovinosa caduta che l’ha portato a battere la testa sul cemento. Secondo alcuni testimoni oculari, l’uomo è stato colpito quattro volte da un altro cliente col quale aveva intavolato un’accesa discussione sul rispetto della fila. Secondo sua moglie Lisa, con la quale aveva una figlia di 11 anni, Ruby, Andrew era un vero eroe e i suoi organi sono stati donati prima che morisse in ospedale. Un amico dell’uomo ha detto che: “Andy era un eroe. Era il più fantastico e forte uomo che conoscevo, i nostri cuori sono spezzati“.

La tragica fine di un padre di famiglia

Secondo Lisa Webster, suo marito non conosceva l’uomo che lo ha colpito e che ne ha causato la morte. Molti amici di Andy hanno condiviso i loro ricordi come tributo per l’uomo che conoscevano. “Sono così fiero di sapere che hai dato la vita ad altre persone, che il tuo fegato e i tuoi reni sono stati trapiantati con successo“, scrive un amico. “Sono pieno d’orgoglio per la tua scelta amico. Se non siete ancora dei donatori, non avete realizzato quanto potete aiutare gli altri“, commenta un altro. Secondo le ricostruzioni della Polizia il signor Webster insieme a un altro uomo hanno iniziato a discutere mentre erano in fila fuori dal negozio, in seguito alla quale il giovane di 24 anni l’avrebbe colpito. L’uomo è stato rilasciato su cauzione in attesa del processo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!