Uomo evita il dentista per 27 anni, gli asportano la mascella a causa di un tumore

0
9

Un uomo ha evitato di andare dal dentista per 27 anni, finché non gli è uscito sangue dalla bocca ed ha scoperto di avere un tumore grosso quanto un pugno.

La storia di Darren Wilkinson, cittadino inglese di 51 anni, è l’ennesima dimostrazione di quanto la prevenzione ed il controllo siano importanti. L’uomo, infatti, aveva una paura folle di andare dal dentista e, nonostante la moglie insistesse periodicamente, ha evitato di prendere un appuntamento con uno specialista per 27 anni. Un giorno si è svegliato perdendo sangue dalla bocca ed ha compreso che era arrivato il momento di fare un controllo.

Leggi anche ->Dentista che uccise il leone Cecil torna alla caccia: morte oscena

In realtà inizialmente pensava non fosse nulla di grave, ma dalle radiografie è emersa una grossa massa oscura nella sua mascella. I medici, dunque, hanno richiesto due biopsie dalle quali è stato confermato che quell’ombra era un grosso tumore che andava rimosso subito. Darren infatti aveva un ameloblastoma delle dimensioni di un pugno nella sua mascella ed era necessario rimuoverlo il prima possibile.

Leggi anche ->Padre e figlia muoiono entrambi di tumore al cervello a pochi mesi di distanza

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Evita il dentista per 27 anni e scopre di avere un tumore alla mascella

L’operazione chirurgica di rimozione del 90% della mascella era fissato per aprile, ma l’uomo ha sviluppato una sepsi ed è stato necessario intervenire in marzo, in piena emergenza Covid-19. Adesso il piano dei medici è quello di effettuare una ricostruzione della mascella per permettere all’uomo di condurre una vita normale: al momento infatti si trova impossibilitato a mangiare, bere e parlare.

La moglie Mel ha dichiarato ai tabloid inglese: “Ho provato per anni a fissargli un appuntamento dal dentista. Lui era così spaventato che lo ha evitato per 27 anni”. La donna spiega poi la paura provata quando hanno ricevuto la diagnosi: “Ricevere la diagnosi è stato assolutamente orribile. E’ così raro, ci è stato detto che casi come il suo si verificano una volta su cinque milioni”.