Alessandra Mastronardi, vita stravolta dopo il Covid: “E’ tutto cambiato”

In un’intervista a TV Sorrisi e Canzoni la popolare attrice Alessandra Mastronardi ha parlato delle procedure post emergenza Coronavirus da seguire durante le riprese.  

L'Allieva

L’attrice Alessandra Mastronardi, uno dei volti più amati, popolari e seguiti dal pubblico italiano (e non solo), è finalmente tornata sul set dopo il lungo lockdown imposto dall’emergenza Coronavirus. Ma ha scoperto che nulla è né sarà mai più come priva. E ne ha parlato con TV Sorrisi e Canzoni, rivelando alcuni dettagli inediti sulle procedure a cui cast e crew sono sottoposti per lo svolgimento delle riprese.

Leggi anche –> Alessandra Mastronardi, chi è: età, fidanzato e carriera dell’attrice

Leggi anche –> Alessandra Mastronardi, chi è l’ex fidanzato Marco Foschi: età, foto, carriera 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Alessandra Mastronardi racconta le nuove regole del set

In questi giorni Alessandra Mastronardi, classe 1986 e un curriculum che vede anche una collaborazione con Woody Allen per To Rome with Love, è tornata sul set della serie tv L’allieva e ha dovuto adeguarsi alle nuove regole introdotte in seguito all’emergenza Coronavirus. Ma ciò non le ha tolto la grande gioia di poter riprendere a lavorare: “Siamo tutti pieni di energia nell’affrontare questi due mesi di riprese mancanti”, ha spiegato.

“Quanto alle regole, gli attori fanno il tampone ogni settimana – ha aggiunto l’attrice -. La troupe fa il test sierologico ogni due settimane, sul set si indossano sempre guanti e mascherine e viene misurata la temperatura ogni giorno. I truccatori, i parrucchieri, le sarte, i microfonisti, che hanno un contatto più diretto con noi, indossano anche la visiera sopra la mascherina”.

Non solo. “Gli attori sono gli unici a poter restare senza protezioni dopo il ciak – ha rivelato Alessandra Mastronardi -. E poi in generale si cerca di mantenere le distanze”. Anche sul fronte dei contenuti e delle scelte di regia “ci sono solo delle piccole differenze”, ha concluso l’artista: “Le sceneggiature si sono adattate alla situazione, evitando scene di massa e togliendo quelle più intime quando non è necessario…”.

EDS

Alessandra Mastronardi