Home News “Nuova pandemia entro 5 anni”: La funesta previsione dello scienziato che preannunciò...

“Nuova pandemia entro 5 anni”: La funesta previsione dello scienziato che preannunciò il Covid

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:16
CONDIVIDI

Il professor Tom Koch, scienziato che preannunciò l’arrivo del Covid-19, ritiene che una pandemia ancora più letale arriverà entro 5 anni.

Il mondo sta affrontando ancora la pandemia di Covid-19 e questa lotta alla diffusione del virus potrebbe ancora durare a lungo. Gli esperti infatti ritengono che il virus continuerà a girare finché non sarà stato trovato un vaccino e che bisognerà dunque continuare a vigilare per evitare che nuove ondate di diffusione causino gli stessi danni subiti lo scorso inverno. Mentre si cerca di capire quando e con quale bilancio terminerà la pandemia, dal Canada arriva un’inquietante previsione.

Leggi anche ->Covid più debole | Galli ed altri lanciano l’allarme | “Non è così”

A lanciare l’allarme è stato il professor Tom Koch, l’infettivologo che prima della pandemia di Covid-19 aveva allertato la comunità scientifica della possibilità di una diffusione virale a livello globale. Adesso l’esperto avverte che nei prossimi anni ci sarà una pandemia molto più letale di quella di Coronavirus. La sua previsione, in quanto tale probabilmente non corretta come tempistica, è che possa giungere nell’arco di 5 anni.

Leggi anche ->Ballano in discoteca ma scoprono un positivo Covid: 400 in quarantena

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Nuova Pandemia più letale del Covid?

Parlando di questa possibile nuova pandemia, il professor Koch chiarisce che non vi sono dati certi per poterla prevenire: “Quando arriverà e di cosa si tratterà nessuno può saperlo. Ma sappiamo che arriverà e, dato il tasso aumentato di diffusione endemica dalla gamma di virus e batteri, probabilmente entro i prossimi 5 o 8 anni”. Nel giustificare questa sua nuova previsione, il professore spiega che anche prima del Covid c’erano studi che evidenziavano come una possibile pandemia si sarebbe potuta sviluppare rapidamente.

L’esperto canadese, infatti, sottolinea: “Per tre anni ho tenuto conferenze a vari gruppi accademici di medici sul rischio pandemia, quindi non sono sorpreso che una sia arrivata. Ho detto ripetutamente che tutti i fattori dimostravano che un evento pandemico era in procinto di manifestarsi”. Koch spiega infine che siamo stato fortunati che il Covid abbia avuto un tasso di letalità dell’1% rispetto alle pandemie storiche che aveva un tasso del 20%. La prossima pandemia, però, potrebbe essere molto più letale e dunque bisogna essere pronti.