Home Meteo Meteo, caldo record, poi crollo di 10 gradi e temporali

Meteo, caldo record, poi crollo di 10 gradi e temporali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:10
CONDIVIDI

Temperature in aumento nei prossimi giorni. Poi cambia tutto. Ecco le previsioni meteo

meteo luglio
Le previsioni meteo per i prossimi giorni

L’estate è scoppiata sull’Italia. Da qualche giorno ormai il nostro Paese è sotto lo scacco dell‘Anticiclone Africano che invia masse d’aria bollente sul Mediterraneo. Le temperature così sono salite e continueranno perfino a farlo nei prossimi giorni. Le previsioni meteo indicano infatti un cielo sereno, solleone e soprattutto un ulteriore aumento che porterà i valori termici fino a 42 gradi in alcune zone del Paese. Un luglio da incubo, dunque? Non del tutto. Dopo un inizio rovente il clima cambierà e anzi questo gran caldo dovremo sopportarlo ancora per pochi giorni. Infatti proprio per il weekend ci sarà un repentino peggioramento del meteo.

Leggi anche -> Previsioni meteo luglio 2020: il tempo che farà

Meteo, previsioni prossimi giorni: temperature a 42 gradi

L’ondata di caldo proveniente dalle regioni sub sahariane andrà rafforzandosi nei prossimi giorni, facendoci vivere delle giornate davvero bollenti. La colonnina di mercurio si alzerà ancora di diversi gradi portando le temperature oltre i 35 gradi in buona parte d’Italia e addirittura a 42 gradi nelle zone interne di Sardegna e Sicilia. Ma non saranno solo le zone più riparate ad essere roventi, anche Oristano e Siracusa vedranno il termometro salire a 40 gradi.

Nella giornata di mercoledì 1 luglio ci sarà una leggero calo di Pressione al Nord che porterà dei temporali a macchia di leopardo dalla Lombardia alle provincie venete all’Emilia. Le temperature non andranno oltre i 30 gradi.
Scenario diverso al Centro dove l’anticiclone africano garantirà un’intensa giornata di sole con temperature che saliranno ulteriormente portandosi a valori compresi fra 32 e 34 gradi. Andrà un po’ meglio sulla costa per via della brezza marina. Assisteremo ad un aumento di 3/4 gradi: a Roma si passerà da 30 a 33 gradi di massima, a Firenze da 30 a 34 gradi.

Anche al Sud il protagonista sarà il caldo e il bel tempo con valori che saranno decisamente bollenti: 35/37 gradi con punte di 40 in alcune zone della Sicilia e della Sardegna e addirittura fino a 42 gradi nelle zone interne.

Il gran caldo assieme all’afa creerà delle condizioni di rischio per la salute della popolazione. In alcune città le condizioni saranno allarmanti e da bollino rosso. Nel bollettino del Ministero della Salute giovedì 2 luglio avremo 2 città da bollino rosso (Campobasso e Perugia) quattro da bollino arancione (Cagliari, Frosinone, Palermo e Pescara), tutto il resto sarà da bollino giallo (da Roma a Milano, da Venezia a Messina, da Bologna a Reggio Calabria) ad eccezione di Bolzano, Civatevecchia, Genova e Napoli dove l’aria sarà più respirabile e la calura meno opprimente.

Arriva il fresco e i temporali

Dopo aver boccheggiato per il gran caldo ci ritroveremo a dover chiudere le finestre per l’aria eccessivamente fresca. Infatti da giovedì sera si muoverà dal Nord Europa un vortice ciclonico che porterà un calo delle temperature – fino a 10 gradi – e temporali. Sin dalla mattina di venerdì sono previsti forti temporali sul Nord, con addirittura grandinate e trombe d’aria. Il maltempo si sposterà poi anche su Marche e Umbria e sull’Abruzzo. Il resto del Centro e del Sud invece sarà ancora protetto dal sole. Ma per molto poco.

Infatti nella giornata di sabato i temporali giungeranno anche sul resto del Centro e del Sud. A farne le spese saranno maggiormente le regioni adriatiche dove si prevedono fortissimi temporali. Domenica al Centro e al Nord tornerà l’Alta Pressione e quindi tornerà il sole e temperature più calde, mentre il Sud dovrà ancora vedersela con i temporali che imperverseranno su Calabria, Basilicata e Puglia.

meteo 2 luglio 2020
In rosso le zone più calde
CONDIVIDI
Articolo precedenteArsa viva dal marito: Verónica Soulé muore a 31 anni 
Articolo successivoAuto invade il marciapiede e sfonda il negozio: muore un bimbo di 3 anni
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.