Home Dove, come e quando Come cambia volare in aereo dal 15 giugno 2020: tutte le novità

Come cambia volare in aereo dal 15 giugno 2020: tutte le novità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:56
CONDIVIDI

Come cambia e cosa cambia per il mondo del trasporto aereo dal 15 giugno: le regole da seguire e le novità.

Le novità per volare in aereo
Aereo – Pixabay

Abbiamo ricominciato a viaggiare e dal 15 giugno anche il mondo degli spostamenti aerei è nettamente ripreso. Si tira un sospiro di sollievo insomma e si spera che si possa tornare alla normalità al 100% il prima possibile. Ma intanto viaggiare in aereo cambia volto. Il mondo attorno a noi è cambiato, lo sappiamo, e ora anche volare non sarà più come prima. Già sappiamo che ci sono le norme di distanziamento sociale da rispettare. Sappiamo che bisogna indossare la mascherina e che gli assembramenti sono da evitare il più possibile. Ma sugli aerei le cose come cambiano? Grazie all’allegato tecnico dell’ultimo DPCM dell’11 giugno possiamo infatti sapere nel dettaglio tutte le novità.

Le novità per gli aerei dal 15 giugno

La prima cosa che sappiamo è che dal 15 giugno tornano operativi ben 25 aeroporti italiani fra cui Milano Malpensa, Napoli, Palermo, Roma Ciampino e Fiumicino, Torino, Veenzia, Bergamo, Bologna… Tecnicamente chi viaggia dovrà avere con sé una autocertificazione che vada a confermare l’assenza di sintomi da Coronavirus e, se entro 8 giorni dallo sbarco comparirà qualche sintomo il passeggerò dovrà assolutamente comunicarlo all’autorità sanitaria competente.

Dove si trova l’autocertificazione per volare?

L’autocertificazione pare essere quella presente sul sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione e corrisponde a quella utilizzata per il ritorno degli italiani dall’estero. Pare però che alcune compagnie aeree, come Alitalia, si stiano organizzando per averne una propria da far scaricare a tutti i passeggeri prima del volo.

Cosa cambia per il bagaglio a mano?

Per quanto riguarda poi le modalità del volo in sé la prima novità riguarda il bagaglio a mano che dovrà essere piccolo, preferibilmente uno zaino o una borsetta. La speranza è quella di istigare i passeggeri a volare senza trolley da riporre nella cappelliera. Questo per evitare la vicinanza dei passeggeri nel momento in cui prendono la valigia e non c’è nemmeno bisogno di disinfettarlo.

Cosa deve fare il passeggero?

Chiaramente poi viene misurata la temperatura corporea e in caso di una risultato superiore ai 37.5 l’imbarco viene negato. A bordo però non aspettatevi troppe regole di distanziamento sociale perché dal 15 giugno gli aerei possono tornare a volare a pieno carico.

Questo a patto che l’aria a bordo sia rinnovata ogni 3 minuti, che i flussi siano in verticale e tutto sia dotato di filtri HEPA. Inoltre la mascherina chirurgica rimane obbligatoria sull’aereo, quindi anche se siete seduti vicini ad un altro passeggero l’attenzione rimane alta. La mascherina va cambiata ogni 4 ore in aereo e quindi bisogna avere con sé la quantità giusta.