Elisabetta muore dopo una puntura d’insetto, il fratello: “L’hanno lasciata morire”

Elisabetta è morta a 44 anni dopo essere stata punta da un insetto. I familiari hanno sporto denuncia contro l’ospedale accusando i medici di negligenza.

Lo scorso 28 maggio Elisabetta, 44enne di Palermo, è stata punta da un insetto mentre si trovava in terrazzo. La puntura era molto dolorosa ed il piede era gonfiato, così la donna si è recata in ospedale. Secondo quanto raccontato dalla famiglia, i medici le hanno dato una semplice pomata per curarsi, ma con il passare dei giorni le sue condizioni sono peggiorate ed alla fine la donna è morta.

Leggi anche ->Trovata viva in ospedale dopo un mese: era stata dichiarata morta per il Coronavirus

I familiari della donna non hanno dubbi sulla colpevolezza dei medici che hanno visitato la sorella. Dopo la morte di Elisabetta, infatti, si sono recati dai Carabinieri ed hanno sporto denuncia contro l’ospedale Villa Sofia. Gli investigatori hanno aperto un fascicolo d’indagine per omicidio colposo a carico di ignoti. Questo pomeriggio hanno requisito le cartelle cliniche ed è stata effettuata l’autopsia sul corpo della donna. In attesa degli esiti dell’esame autoptico l’indagine non proseguirà oltre. Una volta scoperta la causa della morte si potrà verificare se c’è stata negligenza da parte di uno dei medici.

Leggi anche ->Verona | batterio killer uccide 3 neonati in ospedale | gravi altri 2

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Elisabetta muore dopo la puntura di un insetto, il fratello: “L’hanno lasciata morire”

Ancora stravolto dal dolore per la morte della sorella, Pietro accusa apertamente l’ospedale: “L’hanno lasciata morire”, afferma con voce rotta, prima di promettere di lottare finché non sarà stata fatta giustizia: “Andrò sino in fondo a questa storia. Non mi fermerò sino a quando non sarà fatta giustizia, perché mia sorella è stata uccisa dalla negligenza di medici e infermieri”.

“L’hanno lasciata morire”, ripete una seconda volta, aggiungendo: “Se l’avessero curata per l’infezione al piede, oggi sarebbe ancora qui”. L’uomo racconta poi a ‘Leggo’ che il giorno in cui Elisabetta è andata i ospedale, i medici l’hanno visitata e l’hanno dimessa dandole come cura una semplice pomata.