Santo Panzarella, la storia del giovane vittima di lupara bianca – VIDEO

La storia di Santo Panzarella, il giovane vittima di lupara bianca e la lunga battaglia per la verità della sua mamma Angela Donato.

Il 10 luglio 2002, si perdono le tracce di Santo Panzarella. Aveva 29 anni e la sua auto venne ritrovata bruciata. Di lui non si è saputo più nulla: vittima della lupara bianca. Sua madre, Angela Donato, da allora cerca la verità.

Leggi anche –> Tommaso Buscetta, chi è: storia, omicidi e pentimento del boss dei due mondi

Al momento, la donna non è riuscita mai a ottenere nulla. Il sospetto è che il ragazzo fosse l’amante della moglie di un boss della ‘ndrangheta e che questo gli sia costato la vita. Sua madre, quasi vent’anni dopo, chiede ad alta voce: “Rompete l’omertà sulla sorte di mio figlio”.

Leggi anche –> Il traditore, una storia vera: chi era Tommaso Buscetta – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La battaglia di Angela Donato: verità per il figlio Santo Panzarella

In base alla ricostruzione, il giovane si doveva recare alla ricerca di pezzi di ricambio per la sua auto, quando si sarebbe imbattuto in tre persone. Queste si erano ripromesse di aiutarlo, ma invece lo portarono in luogo appartato e lo eliminarono. Dietro la morte del giovane, ci sarebbe appunto la relazione con la moglie di un boss. Si era arrivati anche a processo, concluso con l’assoluzione.

Angela Donato ha spiegato: “Non capisco come mai il risultato in sede di dibattimento sia stato capovolto e coloro i quali erano accusati di avere assassinato in modo barbaro mio figlio, per via della relazione che aveva allacciato con la moglie di un boss, siano stati assolti. Non capisco, e vorrei tanto poterlo fare”.