La nuova frontiera delle influencer di viaggio: il v-logger

La nuova frontiera delle influencer di viaggio: il v-logger. Il mestiere del futuro che trasforma la passione dei social in un vero e proprio lavoro.

come-diventare-travel-influencer
iStock

Chi ama viaggiare ha un sogno nel cassetto: trasformare la sua passione in un lavoro remunerativo. Un tempo si pensava a professioni come la guida turistica, oppure l’animatore. Oggi invece per trasformare il proprio sogno in realtà c’è una nuova frontiera: il mestiere del v-logger. Un tempo si chiamavano travel blogger ed erano persone che amavano viaggiare  raccontando le loro esperienze sulle pagine virtuali del loro sito o blog. Un metodo che richiedeva tempo e conoscenze per emergere. Non bastava visitare luoghi meravigliosi e avere una buona dialettica. Era importante anche creare un sito accattivante, avere un programmatore e un esperto di SEO alle spalle che potesse aiutare il viaggiatore a risalire la serp di Google e accaparrarsi una delle posizioni in prima pagina. Oggi con i nuovi social e soprattutto grazie a YouTube è tutto molto più semplice.

Chi è diventato un v-logger e i più famosi

Il V-Logger, come spiega il Messaggero, infatti racconta le sue esperienze di viaggio tramite dei video. Sicuramente, anche in questo caso occorre avere una strumentazione adeguata, magari che faccia riprese in 4K, e anche delle buone capacità di montaggio. Ma una volta effettuato questo passaggio basta avere un proprio canale per condividere le proprie immagini con tutto il popolo del web. 

View this post on Instagram

I don’t regret anything I’ve ever done in life, any choice that I’ve made. But I’m consumed with regret for the things I didn’t do, the choices I didn’t make, the things I didn’t say. We spend so much time being afraid of failure, afraid of rejection. But regret is the thing we should fear most. Failure is an answer. Rejection is an answer. Regret is an eternal question you will never have the answer to. “What if…” “If only…” “I wonder what would have…” You will never, never know, and it will haunt you for the rest of your days. // Words by Trevor Noah in his memoir Born A Crime. I’m not quite done with the book yet but I’d definitely recommend it so far. Trevor has an amazing way of bringing love and humor to his story without down playing the brutal realities of growing up under apartheid. – Photo: @everchanginghorizon

A post shared by J E S S (@jess.wandering) on

Tra i V-logger più famosi, tanto per fare degli esempi ricordiamo Jennelle Eliana, 21 anni e un canale con oltre 2 milioni e 350mila iscritti. Il suo punto di forza è che non suggerisce semplicemente una meta, ma dà anche dei beauty tips e dei consigli di lifestyle per sentirsi sempre al meglio, anche in vacanza. Chi invece vuole conoscere anche il mondo della movida e cerca sempre destinazioni all’avanguardia per dire agli amici “Ah io ci sono già stata” è Nadine Sykora che ha già visitato oltre 55 paesi nel mondo e ha un occhio sempre ben attento alla vita che si fa nelle varie destinazioni. 

Se vi state chiedendo cosa ci si guadagna sappiate che non si tratta solo di visibilità. Per fare un esempio ricordate Jess Wandering che guadagna circa 5mila dollari a post su Instagram ed è una delle travel influencer più di spicco in assoluto che punta sulle foto pazzesche che fa in ogni località del mondo.