Dr. Pimple Popper, la storia di Rhonda: la donna con un corno in testa

Rhonda, 53 anni, originaria della Florida, ha 10 enormi cisti sulla sua testa. Di lei si occuperà la nuova puntata di Dr. Pimple Popper su Real Time. 

Rhonda ha dei bozzi su tutta la testa, tra cui una preoccupante protuberanza a forma di corno. Di lei si occuperà Dr. Pimple Popper, alias la “dottoressa schiacciabrufoli”, stasera alle 22:25 su Real Time. Conosciamola più da vicino.

Leggi anche –> Dr Pimple Popper, chi è Sandra Lee: età, foto, carriera, vita privata

Leggi anche –> La Clinica del Pus: nuovi dottori Schiacciabrufoli su Real Time

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il destino di Rhonda nelle mani della “dottoressa schiacciabrufoli”

Rhonda, 53enne residente in Florida, ha convissuto per anni con dieci enormi cisti sulla testa, con tutto il disagio e l’imbarazzo che è facile immaginare. Ha fatto di tutto per nasconderle agli occhi altrui (familiari compresi), ma date le dimensioni la situazione è diventata alla lunga ingestibile. Dopo lungo tergiversare, complice anche la paura di doversi radere a zero, ha deciso di affidarsi alle sagge mani della dottoressa Pimple Popper, che le ha finalmente rimosse.

“Ho otto o nove protuberanze in diverse aree”, ha spiegato Rhonda, “con la più grande delle dimensioni di una pallina da golf. Ho anche un grosso bernoccolo nella parte superiore della testa che si è aperto. Aveva una crosta, ma è dura e sembra che qualcosa ci stia crescendo sopra. Odora solo di qualcosa di marcio. Ora lo chiamo unghia del piede. È un po’ rigido e fa male. È imbarazzante”. Oltre all’imbarazzo c’è anche la paura: Rhonda è terrorizzata all’idea che quelle protuberanze siano sintomatiche di un cancro.

La dott.ssa Sandra Lee ha ammesso di essere rimasta sorpresa quando ha visto per la prima volta quello strano bernoccolo sulla testa di Rhonda. “E’ sicuramente qualcosa che non ti capita tutti i giorni”, ha detto. Ma con la sua tecnica infallibile è riuscita a superare anche questa sfida. Dopo aver tagliato il tessuto, l’esperta ha rimosso il grumo delle dimensioni di una pallina da golf e poi cauterizzato la ferita. “Adesso dovrai cambiare la foto della patente”, ha scherzato a missione compiuta. Vedere per credere.

EDS