Madre uccisa, sua figlia gridava in strada: “Mamma, ti prego, non morire”

Una donna e madre è stata attaccata nella propria casa. E’ morta a causa delle ferite riportate mentre sua figlia correva in strada chiedendo aiuto.

Melissa Belshaw, di 32 anni, è stata pugnalata a morte nella propria casa ed è morta a causa delle catastrofiche ferite riportate. Sua figlia è corsa in strada, cercando aiuto e gridando: “Mamma, ti prego non voglio che tu muoia“.

Leggi anche -> Madre compie abusi sul figlio |”terribili violenze di ogni tipo”

Un uomo sui 40 anni, un vicino di casa, è stato ferito cercando di intervenire ed aiutare la signorina Belshaw. Secondo chi ha visto la scena, la figlia di Melissa, un’adolescente, ha cercato di aiutare durante l’attacco. Chris Parr, di 35 anni, ha raccontato al The Sun: “E’ stato struggente sentirla gridare per sua madre. Era distrutta e stava scappando prima che la Polizia è riuscita a trovarla“. Secondo le ricostruzioni dei vicini, in strada c’erano due uomini che litigavano, dei quali uno era armato di un coltello. La figlia di Melissa è scappata dalla casa, gridando che sua madre era stata pugnalata, prima che l’eroico vicino di casa ha confrontato l’uomo armato.

Leggi anche -> Scuola, appello di una madre: “Bocciate mia figlia. E’ nel suo interesse”

L’arresto di un uomo per l’omicidio di Melissa Belshaw

Un uomo di 36 anni è stato arrestato per omicidio e tentato omicidio nei confronti del vicino di casa, che è stato portato di corsa in ospedale. Di lui, i medici dicono che è in condizioni gravi. La matrigna di Melissa, Lisa Belshaw, ha fatto un tributo nei suoi confronti: “Era speciale. Mancherà a tutti terribilmente. Ho ricevuto una telefonata in cui mi hanno detto che un uomo è entrato nella sua casa e l’aveva pugnalata. Non ho avuto idea che era morta finché non l’ho letto su Facebook“.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!