Chico Forti, Coronavirus: finito l’isolamento – VIDEO

Il caso Chico Forti: finito l’isolamento per il rischio Coronavirus per il detenuto negli Usa, speranze da Luigi Di Maio, “lavoriamo per il ritorno”.

Finita la quarantena in isolamento in carcere per Chico Forti: “Sono rientrato nel mio dormitorio originale”, ha annunciato lo stesso detenuto, che si prova a tenere in contatto con quanti sostengono la sua causa. Intanto, in Italia prosegue la mobilitazione per riportarlo a casa.

Leggi anche –> Chi è Chico Forti | Condannato per omicidio negli Usa | Qualcosa non torna

La stragrande maggioranza dell’opinione pubblica ritiene che Chico Forti sia detenuto ingiustamente. Oggi sul tema è intervenuto anche Luigi Di Maio. Ha affermato il ministro degli Esteri: “Dobbiamo lavorare con intelligenza per riportare Chico Forti a casa”.

Leggi anche –> Dale Pike, chi era l’uomo ucciso a Miami nel 1998 | E’ stato Chico Forti?

(foto pubblico dominio)

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il caso Chico Forti: le ultime novità

Chico Forti

In questi giorni, si è tornato a parlare del caso dell’ex velista e produttore televisivo italiano che da oltre venti anni è in carcere in Florida con l’accusa di omicidio. Soprattutto nei dibattiti social, il suo caso è stato comparato – erroneamente – a quello della cooperante italiana, Silvia Romano. Tra coloro che hanno correlato i due casi, anche l’ex concorrente del Grande Fratello, Biagio D’Anelli, che ha attaccato: “Chico Forti sono 20 anni che sta marcendo in galera, non avendo commesso nulla, ma soprattutto sta pagando il dazio di essere vittima dell’inefficienza della Polizia e della mentalità di m***a americana!”.

Stando a quanto si apprende, in un vertice alla Farnesina, oggi Luigi Di Maio avrebbe detto ai suoi collaboratori: “Serietà e responsabilità devono guidarci ogni giorno. C’è il tema Libia che è prioritario e poi anche Chico Forti. Dobbiamo lavorare con intelligenza per riportarlo a casa”. Un mese fa, mentre iniziava a diffondersi la pandemia di Coronavirus anche negli Usa, il detenuto italiano disse di non avere paura e di sentirsi “forte come un leone”.