Autocertificazione Fase 2 | le novità e dove scaricare il modulo | LINK

Dove trovare la autocertificazione Fase 2 e quali sono i punti di novità introdotti. Da lunedì 4 maggio e fino a domenica 17 via con i nuovi provvedimenti.

Autocertificazione Fase 2
Situazione Autocertificazione Fase 2 il link per stamparla FOTO Getty Images

Servirà l’autocertificazione anche nella Fase 2 per dare una spiegazione riguardo ai propri spostamenti. Gli italiani dovranno scaricare e stampare l’apposito modulo, sostanzialmente uguale a quello impiegato nelle ultime settimane ma con in più una novità.

LEGGI ANCHE –> Fase 2 Conte | “Agite con senso civico | non sprechiamo quanto fatto”

Si tratta di un rimando normativo al nuovo Dpcm incentrato sulle visite. La scorsa settimana c’era stato il famoso richiamo ai congiunti, ai quali è possibile fare visita da lunedì 4 maggio. Il sito web ufficiale del Viminale mette a disposizione l’autocertificazione Fase 2 che tutti sono tenuti a compilare ed a portare con sé. Può comunque essere impiegato anche il modulo precedente, basterà barrare le voci non più attuali. L’autodichiarazione è anche in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo. I provvedimenti previsti dall’ultimo Dpcm varranno fino al prossimo 17 maggio, con i controlli che partiranno dal 4 maggio che saranno volti anche a garantire la sicurezza delle persone che ricominceranno a lavorare fuori casa. O che riprenderanno le proprie attività dopo essere rimasti fermi per due mesi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Coronavirus news | gli Usa | “Creato a Wuhan | la Cina ha insabbiato”

Autocertificazione Fase 2, le regole da dovere rispettare

La tutela dei civili resta la priorità, ed il controllo degli spostamenti ha proprio questo scopo. I controlli inerenti motivazioni di lavoro saranno più celeri ed in molti casi potrebbero bastare anche documenti personali come tesserini e simili per comprovare l’idoneità della autocertificazione mostrata alle forze dell’ordine. Per quanto riguarda gli spostamenti per fare visita ai congiunti, essi dovranno avvenire rispettando distanziamento sociale e divieto di assembramento, sempre per rispettare le norme antidiffusione del virus. Vige il divieto assoluto di cambiare regione a meno di non farlo per “comprovate esigenze di lavoro o di salute”.

LEGGI ANCHE –> Fase 2, Pediatri avvertono: “Cautela durante gli incontri tra bimbi e nonni”

Ultima parola ai sindaci in alcune situazioni

Inoltre è consentito tornare al proprio domicilio per coloro che sono rimasti fuori da settimane. Ma poi non si potrà più uscire fuori regione, tranne come detto per motivi di necessità comprovata. Sono vietati gli assembramenti sia in luoghi pubblici che privati, mentre riapriranno parchi e giardini ma con controlli appositi per far rispettare le norme vigenti. I sindaci avranno pieno potere di chiudere queste aree in caso di problemi. Sull’attività motoria o sportiva, potrà essere compiuta anche lontano da casa ma misurando almeno 2 metri di distanza per la seconda ed uno per la prima.

LEGGI ANCHE –> Riapertura scuole, il ministero: turni in aula e lezioni a distanza

Dove trovare il link per il modulo

Si ai funerali: con massimo 15 persone congiunte e con distanziamento sociale. I negozi che riapriranno saranno, dal 4 maggio, quelli di commercio al dettaglio di fiori, piante, semi e fertilizzanti. Hanno ripreso la loro attività anche alcuni ristoranti e pizzerie, con attività di cibo da asporto o di consegna a domicilio. Infine, in ogni luogo pubblico sarà obbligatorio indossare le mascherine per persone dai 6 anni in su, anche sui mezzi di trasporto e soprattutto in quelle occasioni nelle quali non potrà essere garantito il mantenimento della distanza di sicurezza. Sono esenti soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina.

AUTOCERTIFICAZIONE LINK