Coronavirus, il premier russo Mishustin positivo: l’annuncio in diretta

Il premier russo Mikhail Mishustin ha comunicato la propria positività all’infezione da Coronavirus: ora dovrà osservare un periodo di autoisolamento preventivo. 

Il premier russo Mikhail Mishustin è risultato positivo al Coronavirus e ha trasferito le sue mansioni al vicepremier Andrei Belusov. A riferirlo è l’agenzia di Stato Tass, precisando che il presidente Vladimir Putin ha già firmato il decreto di nomina del primo ministro ad interim.

Leggi anche –> Coronavirus, Russia ferma per una settimana – VIDEO 

Leggi anche –> Coronavirus, la Russia sospende gli ingressi ai cittadini cinesi 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il passo indietro di Mishustin

La candidatura di Andrey Belousov, proposta dallo stesso Mishustin, è stata subito accettata da Putin. L’annuncio è arrivato in diretta televisiva per bocca di quest’ultimo, al termine della videoconferenza in cui Mishustin ha comunicato la propria positività all’infezione da Coronavirus, a motivo della quale osserverà ora un periodo di autoisolamento preventivo.

Non si può certo parlare di un fulmine a ciel sereno per la Russia, paese che dopo un’iniziale sottovalutazione o addirittura negazione del problema ha dovuto fare i conti, come quasi tutto il mondo, con l’epidemia. La giornata di oggi ha fatto tra l’altro segnare un record di contagi – oltre 7mila nelle ultime 24 ore – con un totale di casi che supera quota 100mila, portando il Paese nel gruppetto di testa (all’ottavo posto dopo la Turchia) delle nazioni più colpite dal Coronavirus.

Ma i decessi sono 1.073 in tutto, con un tasso di letalità intorno all’1%, tra i più bassi al mondo – almeno in via ufficiale, visto che dissidenti, sindacati di categoria ,medici e capi di governo “amici” come il bielorusso Alexander Lukashenko accusano Mosca di mentire sul numero dei morti per sminuire l’entità dell’epidemia. Ciò detto, Putin ha messo i suoi sull’attenti, ricordando che “il picco deve ancora arrivare”: secondo i modelli matematici si registrerà a Mosca entro metà maggio e nel resto del Paese tre settimane dopo.

EDS