Home News Coronavirus, la Russia sospende gli ingressi ai cittadini cinesi

Coronavirus, la Russia sospende gli ingressi ai cittadini cinesi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:35
CONDIVIDI

La misura entrerà in vigore da dopodomani, giovedì 20 febbraio, ed è volta a prevenire la diffusione del coronavirus in Russia. 

La Russia sospenderà tutti gli ingressi di cittadini cinesi per prevenire la diffusione del coronavirus: così è stato annunciato oggi dal quartiere generale operativo russo anti-coronavirus. “Dalla mezzanotte ora locale del 20 febbraio – si legge nel comunicato ufficiale – sospenderemo il passaggio dei cittadini della Repubblica popolare cinese attraverso i confini statali della Federazione Russa”.

Leggi anche –> Coronavirus: chi è l’italiano positivo a bordo della nave – VIDEO 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il giro di vite di Mosca per arginare il coronavirus

La misura decisa da Mosca vale per tutti coloro che dovrebbero entrare nel paese sia per lavoro sia per scopi privati, legati all’istruzione o al turismo. Da domani 19 febbraio, inoltre, la Russia sospenderà anche l’accettazione dei documenti e l’emissione di inviti ai cittadini cinesi per l’ingresso nel paese per scopi di lavoro, così come il rilascio di permessi per gli impiegati cinesi residenti all’estero.

Il 30 gennaio scorso il premier russo Mikhail Mishustin aveva firmato un ordine per chiudere la frontiera in Estremo Oriente, nella regione di Kaliningrad, onde evitare il propagarsi del nuovo virus. “Informeremo tutti delle chiusure delle frontiere con l’Estremo Oriente e di altre misure prese dal governo”, aveva spiegato.

Ricordiamo che la Russia, nelle sue regioni più orientali, condivide un confine con la Cina di 4.200 km. Secondo quanto ha dichiarato il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, 92 sono i casi di contagio da coronavirus da uomo a uomo in 12 Paesi fuori dalla Cina.

Leggi anche –> Coronavirus | grave falla sulla Westerdam| sbarca un infetto 

Leggi anche –> Coronavirus: morto anche il direttore dell’ospedale di Wuhan 

EDS