Coronavirus, la speranza della cura Remdesivir: “Ecco i risultati dei test”

Il buon esito dei test per la cura Remdesivir avvicina all’obiettivo di un farmaco efficace contro il Coronavirus (e fa volare la Borsa). 

Gilead Sciences mette le ali al mercato. Nelle scorse ore una comunicazione della casa farmaceutica statunitense ha determinato un rialzo di Wall Street e, soprattutto, del petrolio, in ascesa dopo l’annuncio dei risultati positivi dei test sulla potenziale cura Remdesivir per i malati di Coronavirus.

Leggi anche –> Cura contro il Coronavirus: Remdesivir si dimostra efficace – VIDEO 

Leggi anche –> Remdesivir: il nuovo farmaco antivirale per curare il Coronavirus

Stando alle ultime sperimentazioni, le condizioni di almeno il 50% dei pazienti trattati per cinque giorni con una dose dell’antivirale sono migliorate. E più della metà di essi sono stati dimessi dall’ospedale a due settimane dall’inizio del trattamento. Tanto è bastato a far guadagnare al titolo Gilead fino al 5,8%, con i mercati in fremente attesa del discorso del presidente della Fed Jerome Powell.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Una nuova arma contro il Coronavirus

I test sul farmaco Remdesivir hanno coinvolto 397 pazienti affetti da una forma grave di Coronavirus. Non si è proceduto a un confronto con un altro campione non sottoposto al trattamento, ma una differenza di efficacia è stata comunque riscontrata all’interno del gruppo di “cavie”. La metà di loro è stata sottoposta alla cura per 5 giorni, l’altra metà per 10 e, come detto, più del 50% del totale dei pazienti è stata dimessa entro 14 giorni (il 64,5% dei pazienti che hanno ricevuto il trattamento più breve e il 53,8% del gruppo curato più a lungo.

So tratta di dati incoraggianti che riflettono i buoni risultati già conseguiti da Remdesivir nella cura della SARS e della MERS. Tuttavia, ai microfoni della CNBC il dottor Scott Gottlieb (medico con una lunga carriera nelle agenzie federali Usa) ha spiegato che il Remdesivir non potrà essere una vera e propria cura al Coronavirus. “Non sarà una cura – ha detto -, ma un farmaco che, se usato all’inizio della malattia, potrebbe ridurre le probabilità di un cattivo esito”. Secondo Anthony Fauci, direttore della task force Usa contro la pandemia, quelle di Gilead sono comunque buone notizie, in vista di un vaccino vero e proprio.

EDS