Coronavirus Italia: dati contagio Regioni del 25 aprile – LIVE

La situazione del Coronavirus in Italia: i dati del contagio nelle singole Regioni del 25 aprile, i numeri live e gli aggiornamenti.

(LAURENT EMMANUEL/AFP via Getty Images)

Ancora una giornata in cui arrivano notizie positive sul fronte della battaglia al Coronavirus: infatti, ieri e l’altro ieri il numero di guariti ha superato quello dei nuovi positivi e il trend sembra essere quello.

Leggi anche –> Coronavirus, deputata multata strappa i decreti in Aula – VIDEO

Inoltre, i guariti sono ormai oltre 60mila, mentre l’altro dato positivo riguarda sicuramente i test sierologici: verranno avviati dal 4 maggio su un campione di 150mila abitanti sul territorio italiano.

Leggi anche –> Fase 2 Coronavirus | cosa cambia | verso l’abolizione delle autocertificazioni

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dati regionali Coronavirus, il punto del 25 aprile

(PAU BARRENA/AFP via Getty Images)

Anche oggi i dati del Friuli Venezia Giulia continuano a essere contenuti, con appena 21 nuovi contagi. Si registrano però purtroppo 5 decessi. 162 i nuovi contagi in Veneto, dove continuano lentamente a scendere i ricoveri in terapia intensiva. In Emilia Romagna, positivi i dati tra Forlì e Cesena, tre soli i decessi, tutti ultranovantenni, e 18 i nuovi casi, mentre diminuisce il dato degli attualmente positivi. 92 i nuovi casi nel Lazio, 28 solo a Roma, con tre decessi. Scende sotto quota 400 il numero degli attualmente positivi in Umbria, dove si registrano 3 nuovi casi su 1415 tamponi.

Trenta i nuovi casi nelle Marche su 1143 tamponi effettuati, quindi il trend torna ad abbassarsi. Bene l’Abruzzo: 29 casi su un totale di 1749 tamponi analizzati (1.6 per cento di positivi sul totale). Sono 31 i nuovi casi in Puglia su 2156 tamponi effettuati. Un solo positivo su 765 test effettuati in Basilicata, mentre in Molise sono tre i nuovi contagi. In Calabria, l’incidenza dei tamponi positivi è stata oggi dello 0,7%, con zero morti e 19 guariti. Invece, è in Sicilia l’indice R0 più basso d’Italia, pari allo 0,34%. 14 nuovi casi, con un decesso, infine in Sardegna.