Home News Beatrice Valli ricoverata in ospedale, ansia per il compagno Marco Fantini

Beatrice Valli ricoverata in ospedale, ansia per il compagno Marco Fantini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:34
CONDIVIDI

Beatrice Valli quest’oggi è stata costretta a recarsi in ospedale. Lei stessa ha affermato: “Non sto bene”. E il compagno si è detto molto in ansia.

I fan di Beatrice Valli e Marco Fantini oggi hanno temuto che qualcosa di brutto fosse accaduto alla splendida Bea. Da giorni la modella ex protagonista di ‘Uomini e Donne‘ diceva ai suoi tanti follower di sentirsi stanca e di non stare troppo bene. Quando, dunque, ha detto loro che sarebbe andata in ospedale per un controllo poiché non stava bene, la preoccupazione per lei e la piccola Azzurra (la bimba che ha in grembo) è cresciuta.

Leggi anche ->Beatrice Valli ricoverata d’urgenza in ospedale, cosa è successo all’influencer

Nel post di oggi si legge: “Piccolo controllo, oggi non sto per niente bene e ho preferito farmi visitare… Non manca tanto ma ora torno a casa. Tornerò presto mi sa”. A chiarire meglio la situazione ci ha pensato il compagno e padre della piccola: “Pensavamo fosse arrivata l’ora di vedere Azzurra, ma ci ha fatto uno scherzetto”. Queste le parole di Marco Fantini che successivamente regala anche una bella notizia: “Non potete capire l’ansia, ma una bella notizia me l’hanno data. Potrò entrare durante il parto, sono super felice. Adesso la Bea mi ha scritto, mi ha detto che la rilasciano perché non è ancora l’ora”.

Leggi anche ->Marco Fantini chi è: età, carriera e vita privata del compagno di Beatrice Valli

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Beatrice Valli partorirà a breve

Insomma il malessere di Beatrice era causato dalla gravidanza e dal fatto che la figlia è pronta per nascere. Qualche altro giorno e l’ex protagonista di ‘Uomini e Donne’ potrà abbracciare il suo terzogenito, il secondo con l’attuale compagno. Bella anche la notizia riguardante la sala parto, visto che se a Marco sarà permesso di entrare vuol dire che la situazione in ospedale è migliorata rispetto a qualche settimana fa. Molti padri infatti hanno dovuto seguire a distanza il parto delle mogli, per poi poter vedere i figlio solo qualche giorno dopo la nascita.