Omicidio-suicidio, uomo uccide la fidanzata e la figlia prima di suicidarsi

Drammatico omicidio-suicidio a San Francisco: un uomo ha sparato alla fidanzata ed alla figlia di lei prima di spararsi in testa.

Nella notte di martedì, a San Francisco, la polizia locale ha ricevuto la chiamata di una ragazzina di 12 anni che li avvertiva di una sparatoria all’interno della propria abitazione. Quando gli agenti sono giunti sul luogo hanno trovato la ragazzina in evidente stato di shock. Questa ha spiegato loro che il compagno della madre, Raymond Thomas Jackson, aveva sparato con un fucile a pompa alla sorella.

Leggi anche ->Omicidio suicidio | ammazza la compagna più vecchia e poi si uccide

Gli agenti sono entrati nell’appartamento ed hanno visto i corpi della ragazzina e della madre stesi a terra con evidenti ferite d’arma da fuoco. Quindi si sono sincerati che l’uomo non fosse più una minaccia. Quando si sono inoltrati all’interno dell’abitazione hanno scoperto che l’autore del duplice omicidio si era sparato un colpo in testa. A quel punto hanno chiamato un ambulanza e la scientifica per esaminare la scena.

Leggi anche ->Omicidio suicidio | a Modena trovati corpi di madre e figlio

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Omicidio-Suicidio: l’uomo aveva precedenti per violenza domestica

I paramedici arrivati sul luogo della sparatoria hanno potuto solamente confermare il decesso di tutte le persone presenti in casa. Gli investigatori hanno quindi aperto un’investigazione per accertare la dinamica dell’accaduto. Intanto, secondo quanto emerso sui media americani, pare che l’uomo fosse già stato arrestato per crimini commessi con l’ausilio di un’arma da fuoco. In passato era stato in carcere per aver aggredito un poliziotto, reato dopo il quale gli era stata revocata la licenza per il possesso d’armi da fuoco. Il mese scorso, inoltre, Jackson era stato denunciato per violenze domestiche.