Fermato su un motorino rubato, minaccia i Carabinieri con un machete

Controlli Coronavirus in Umbria, un uomo di 39 anni viene fermato su un motorino rubato: minaccia i Carabinieri con un machete.

(screenshot video)

Durante un controllo di routine legato all’emergenza Covid-19 i militari della Stazione dei Carabinieri Forestali di Gualdo Tadino, in Umbria, hanno notato un uomo alla guida di un motorino privo di targa. Lo hanno fermato e hanno accertato che si trattava di un 39enne del posto.

Leggi anche –> Coronavirus: quali sono le attività maggiormente a rischio

Quando i militari hanno controllato il mezzo a due ruote, hanno anche scoperto che questo risultava rubato. A quel punto, il giovane uomo fermato reagiva in maniera sconsiderata.

Leggi anche –> Coronavirus: appello per la raccolta delle fragole nei campi

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Minaccia i carabinieri col machete durante controlli anti Coronavirus

Infatti, ha velocemente estratto un machete dal vano sottosella e con questo ha minacciato i militari. Successivamente, si è dato alla fuga per le campagne, con i carabinieri alle costole. Dopo diversi tentativi di bloccarlo, alla fine sono riusciti a disarmarlo. Il gesto dell’uomo non ha avuto comunque conseguenze di alcun tipo per l’incolumità altrui.

I carabinieri forestali hanno eseguito l’arresto per resistenza a pubblico ufficiale e minacce aggravate dall’uso del machete. Il 39enne, con l’ausilio di una pattuglia del Nucleo Operativo Radiomobile di Gubbio, è stato portato presso l’omonima Compagnia. Processato per direttissima, ha patteggiato la pena di un anno di reclusione con i benefici della condizionale.