Pamela Prati | il ritorno | “A maggio esce il mio libro dove svelo tutto”

Ritorno Pamela Prati libro: la donna di spettacolo, per anni volto femminile del Bagaglino, annuncia l’uscita della sua autobiografia ufficiale.

Pamela Prati libro
Situazione Pamela Prati libro a maggio l’uscita della sua autobiografia foto dal web

Ad un anno di distanza dal ‘Prati Gate’, si ritorna a parlare di Pamela Prati per un libro di prossima uscita. Nella primavera del 2019 fece scalpore la sua vicenda inerente il finto matrimonio con Mark Caltagirone.

LEGGI ANCHE –> La Prati in versione cantante: ecco il suo singolo – VIDEO

Un personaggio di fantasia inventato, sembra, con la complicità delle sue due ex agenti Pamela Perricciolo ed Eliana Michelazzo. Tutte loro però si sono discolpate. Intanto la Prati, a Novella 2000, riferisce dell’uscita della sua autobiografia che avrà come titolo ‘Come una carezza’. Il libro sarà disponibile in tutte le librerie dal prossimo 7 maggio e tratterà ovviamente, in maniera molto approfondita, di tutto quanto successo l’anno scorso. In esso veniamo a sapere come la 61enne donna di spettacolo sarda possa oggi fare affidamento soltanto su pochi amici, tra i quali Valeria Marini e Pier Francesco Pingitore, che pure hanno speso dei periodi lunghi delle loro carriere artistiche al Bagaglino, come la Prati.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> La Prati da Massimo Giletti, i due attaccano la D’Urso – VIDEO

Pamela Prati: “Nel mio libro svelo tante cose di me”

“Lavoravo a questo mio libro da anni ma non ero soddisfatta di come stava venendo su. Quindi l’ho lasciato da parte. In molti mi consigliavano di scrivere un libro sui miei segreti di bellezza, su come mantenersi in forma, ma non era quello che volevo. Lo spunto definitivo è arrivato dopo la vicenda che tutti voi conoscete. E qui parlo di una Pamela Prati preda della solitudine e della disperazione di non avere una famiglia. Parlo dei miei successi, delle mie rovinose cadute e di una rinascita frutto della caparbietà tipica solo dei sardi. È un’opera dedicata a tutti coloro che sono caduti e che non sanno come rialzarsi”. Intanto lei si trova a Ciampino durante il periodo di quarantena, in casa della sorella e del cognato. “Passo il tempo cucinando molto”.