Benedetta Rossi: pace fatta tra la food blogger e l’hater di Twitter

Pace fatta tra la food blogger Benedetta Rossi e l’hater di Twitter, dopo lo scambio di battute che si sono rivolti i due sui social network.

Nelle scorse ore, aveva provocato diverse polemiche un commento apparso sulla pagina della food blogger Benedetta Rossi. Un utente aveva usato parole poco delicate nel confronti dell’autrice di “Fatto in casa da Benedetta”.

Leggi anche –> Benedetta Rossi, la food blogger replica all’hater – VIDEO

In particolare, aveva scritto: “Non potete capire quando mi infastidisce sta cretina. La sua falsa genuinità mi irrita, la trovo orrenda e fa cose da ultra cessa”.

Leggi anche –> Benedetta Rossi | Ladri in casa la notte di natale, tanta paura per la foodblogger

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

La lettera a Benedetta Rossi da parte dell’hater di Twitter

La food blogger autrice di Fatto in casa da Benedetta non è stata a guardare e ha replicato in maniera decisa all’hater. La risposta era diventata virale, ma non solo. Chi aveva commentato Benedetta Rossi si era ritrovato a sua volta oggetti di commenti poco gradevoli. La stessa food blogger oggi scende in difesa del ragazzo: “Questa mail è di Luka, il ragazzo che mi aveva insultato. Mi ha chiesto scusa privatamente, io ho accettato le sue scuse e l’ho ringraziato. Per me questa storia si chiude qui. Ora vorrei che Luka venga lasciato in pace: ci vuole molto più coraggio a scusarsi che ad insultare”.

Ecco il contenuto dell’email: “Le chiedo scusa perché ho capito il male che hanno potuto creare le mie parole e quanto queste siano state travisate da altri utenti, creando così un disastro. Ora, non voglio giustificare ogni singola parola. Vorrei solo chiarire che non voleva essere un’offesa a lei come persona, e nemmeno a lei in quanto donna. Il mio è stato uno stupido sfogo, che a dirla tutta non so nemmeno da dove sia uscito, che è esploso e voi avete fatto benissimo a riprendermi. Avrei fatto la stessa cosa. Quello che vorrei farle sapere è che io di certo non sono un bullo, anzi molte volte sono io il primo a difendere chi viene attaccato, sicuramente non sono nemmeno misogino in quanto nella mia famiglia sono circondato da donne. Comprendo di aver fatto una cavolata e di essere stato maleducato. Le chiedo umilmente scusa”.