Tiziano Ferro chiede risposte al governo, il web insorge: “Fuori luogo”

Tiziano Ferro chiede al governo risposte sulla possibilità di fare concerti ed eventi musicali questa estate, sui social piovono le critiche.

Nel corso della puntata pasquale di ‘Che tempo che fa‘, è intervenuto il cantante Tiziano Ferro. Il cantante di Latina è rimasto bloccato a Los Angeles a causa dell’esplosione della pandemia e Fabio Fazio gli ha chiesto di raccontare la sua esperienza. L’ospite ha spiegato di essere partito dall’Italia in febbraio dopo aver festeggiato il compleanno. Quando è partito non si sarebbe mai atteso un’evoluzione così rapida dell’epidemia: “Per me è stata una cosa surreale: ho compiuto 40 anni il 21 febbraio. Ho preso un aereo per tornare qui il giorno dopo, sono arrivato, ho aperto gli occhi e il mondo era completamente diverso”.

Leggi anche ->Fiorello bacia in bocca Tiziano Ferro, clamoroso al Festival: non era previsto

In un secondo momento il conduttore gli chiede di descrivere la situazione attuale negli Usa. Come sappiamo il Paese nord americano è quello maggiormente colpito dall’epidemia ed i numeri di contagi e decessi fanno paura per la rapidità e la distanza con la quale si presentano. A tal proposito Tiziano pronuncia parole dure nei confronti di Donald Trump, reo a suo avviso di aver proceduto al lockdown con colpevole ritardo.

Leggi anche ->Stati Uniti: superati i 22 mila morti. In Cina torna la paura: 108 nuovi casi

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Tiziano Ferro chiede risposte al governo sui concerti, il web lo critica

Prima che il collegamento venisse chiuso, il cantante ha voluto esporre il problema lavorativo che accomuna tantissimi artisti nel mondo: “Non sappiamo nulla, i concerti sono formalmente in piedi perché si arriva fino al 3 di maggio con l’ultimo decreto. Abbiamo bisogno che il governo si esponga, anche noi ci meritiamo un minimo di attenzione e riconoscimento. Quasi mezzo milione di persone hanno comprato, noi siamo bloccati, le persone che lavorano per noi, abbiamo bisogno di sapere se potremo fare i concerti e come ripartire. Abbiamo bisogno di risposte. Siamo al 3 maggio e ad oggi, tecnicamente, non possiamo fare nulla per giugno e luglio”.

Leggermente spiazzato dalle parole del cantante, Fazio gli fa notare che la questione concerti non è di prioritaria importanza e dunque è normale che al momento non venga tenuta troppo in considerazione dal governo. A quel punto Tiziano ha specificato: “Non era per far polemica, è giusto che questo si faccia per tutti. Per quanto riguarda noi, tutti i fan ce lo stanno chiedendo, noi non lo sappiamo”.

Nonostante la precisazione sul web sono stati molti coloro i quali hanno sottolineato come l’intervento sui concerti sia stato fuori luogo. Sono in molti quelli che vivono un periodo d’incertezza in campo lavorativo, persone che senza lavoro hanno difficoltà concrete nella vita di tutti i giorni. C’è infatti chi scrive: “Ma Tiziano pensa di essere l’unico ad avere problemi con il lavoro? Vuole delle risposte? Magari averne!”.