Coronavirus, misure di aprile: 800 euro e reddito di emergenza

800 euro alle partite Iva e reddito di emergenza: le misure di aprile per l’emergenza Coronavirus annunciate dal ministro Catalfo.

(CARLO HERMANN/AFP via Getty Images)

Aumenterà di 200 euro il contributo per le partite Iva ad aprile, passando da 600 euro a 800 euro. Lo ha annunciato via Facebook il ministro per il lavoro del governo Conte, Nunzia Catalfo.

Leggi anche –> Coronavirus: cosa riapre domani 14 aprile in Italia – VIDEO

Il ministro parla di “obiettivi che porteremo a termine perché in questa crisi, l’ho detto e lo ribadisco, nessun lavoratore e nessun cittadino deve rimanere indietro”.

Leggi anche –> Controlli Coronavirus: quasi 600 positivi ‘evasi’ dalla quarantena

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’annuncio del ministro del lavoro su misure di aprile Coronavirus

(VINCENZO PINTO/AFP via Getty Images)

La Catalfo ha altresì annunciato: “Grazie al lavoro che anche nel weekend appena trascorso ha portato avanti senza sosta, l’INPS ha disposto per oltre un milione di partite Iva, lavoratori autonomi, stagionali il pagamento del bonus 600 euro con valuta dal 15 al 17 aprile. Per tutti gli altri, i sussidi arriveranno comunque prima della fine della settimana”.

Anche per quanto riguarda la cassa integrazione in deroga, “mentre sta ancora ricevendo dalle singole Regioni le domande (11 al momento quelle che le hanno inviate), l’Istituto di previdenza ha già predisposto i primi versamenti sui conti correnti dei beneficiari”. Il ministro parla dunque di “risultati concreti che si sommano alla piena operatività della convenzione fra Associazione bancaria italiana (Abi) e parti sociali”, grazie alla quale “i lavoratori sospesi dal servizio a causa del Covid-19 possono chiedere un anticipo della cassa integrazione alle banche”. La Catalfo conclude: “Sappiamo che siamo chiamati a fare ancora di più e meglio. Non intendiamo tirarci indietro”.