Conduttore televisivo nella bufera: “Quanti danni economici per salvare anziani”

Il conduttore tv olandese Jort Kelder è finito nella bufera per aver dichiarato che salvare anziani obesi dal Coronavirus comporterà enormi danni economici.

Sembrerà paradossale a molti, ma in un momento tragico per l’intera Europa e gran parte del mondo, c’è chi riesce a commettere gaffe clamorose sul Coronavirus. Qualche settimana fa aveva causato una rivolta social l’affermazione del conduttore (e medico) di ‘Malattie imbarazzanti’, il quale sul Coronavirus ed i lockdown italiano aveva dichiarato: “Quello che dico potrebbe essere un po’ razzista e mi toccherà scusarmi, ma non pensate che il coronavirus sia un po’ una scusa? Sappiamo come sono gli italiani. Per loro ogni scusa è buona per chiudere tutto, interrompere il lavoro e fare una lunga siesta“. Almeno su una cosa aveva ragione, le polemiche sono state così feroci da costringerlo a chiedere istantaneamente scusa a tutti.

Leggi anche ->Coronavirus, medico inglese choc: “In Italia è una scusa per non lavorare”

In questi giorni un altro conduttore, questa volta olandese, è stato aspramente criticato per quello che ha dichiarato sul Coronavirus. Jort Kelder, noto presentatore e giornalista, ha dichiarato con una certa leggerezza: “Stiamo salvando gli ottantenni obesi che fumano. È bene bilanciare gli interessi, chissà quanti danni economici comporterà il salvataggio di persone che sicuramente potrebbero morire entro due anni”. Parole che palesano una certa insensibilità e che hanno fatto infuriare sia i suoi fan che l’opinione pubblica in generale.

Leggi anche ->Coronavirus news | panico sul traghetto | “Ci sono malati a bordo” | VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Conduttore nella bufera cerca di spiegarsi, ma non convince

Quando ha visto la mole di critiche e insulti piovutegli addosso, Jort Kelder ha cercato di spiegare che non stava mica suggerendo di lasciare morire gli anziani. La sua spiegazione, però, non ha convinto del tutto: “Non stavo suggerendo di uccidere anziani obesi. Cerchiamo di aiutarli, ma prestiamo anche attenzione all’economia. Pensiamo sempre alla salute, ma siamo sicuri che sia prioritaria rispetto all’economia?”. Se è vero, infatti, che la situazione attuale causerà danni economici che dovremo scontare tutti nei prossimi tempi, non si può anteporre questo alla salute dei cittadini.