Brumotti aggredito dagli spacciatori: in strada nonostante il Coronavirus -VIDEO

L’inviato di Striscia la Notizia, Vittorio Brumotti, è andato a Padova per denunciare la presenza di spacciatori nonostante i divieti per il Coronavirus.

L’Italia è ferma da diverse settimane. Negozi e attività commerciali di vario genere si sono dovute arrestare per evitare che il contagio si diffondesse ulteriormente. Una misura, quella imposta dal governo, che pare stia dando i suoi frutti e che probabilmente verrà mantenuta per tutto il mese di aprile. Ma se i lavoratori italiani sono bloccati in casa, lo stesso non può dirsi per le attività illegali, specie per quelle di spaccio.

Leggi anche ->Controlli Coronavirus | fa la spesa 11 volte in un giorno | multata

Lo dimostra un servizio di Vittorio Brumotti, girato per le strade di Padova. Il biker inquadra alcuni spacciatori che camminano liberamente per le strade deserte della città veneta. Gli si affianca e gli chiede per quale motivo non rispettino i divieti. Con sfacciataggine uno di loro gli dice: “Il Coronavirus è per voi non è per noi”. L’inviato gli chiede se si sente protetto da un possibile contagio e questo risponde: “Noi non ci ammaliamo” e Brumotti ribatte: “Non ci credo. E perché siete più forti?”; lo spacciatore provocatoriamente risponde: “Hai capito tutto. Noi siamo i puliti. Noi siamo le persone buone”.

Leggi anche ->Nicola Porro torna in tv dopo il Coronavirus: “Io fortunato per tre motivi”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Brumotti aggredito dagli spacciatori

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Padova, gli spacciatori non sono in quarantena e aggrediscono Brumotti. Link in bio per vedere il servizio. @brumottistar #striscia #striscialanotizia

Un post condiviso da Striscia la notizia (@striscialanotizia) in data:

Dopo questo scambio di battute, Brumotti entra con la bici in quella che è la vera propria pizza di spaccio ed i suoi interlocutori urlano: “C’è Striscia la Notizia”. A quel punto le altre persone presenti cominciano ad inseguire l’inviato della striscia satirica con delle bottiglie di vetro in mano. Il biker è costretto alla fuga e mentre scappa si sente il rumore di vetro che s’infrange, chiaro segnale che gli spacciatori gli stavano tirando le bottiglie contro.

vittorio brumotti aggredito