Home Enogastronomia Viaggiare a tavola: con le Moules Frites voliamo in Belgio, storia e...

Viaggiare a tavola: con le Moules Frites voliamo in Belgio, storia e ricetta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:53
CONDIVIDI

Viaggiare in Belgio rimanendo a casa. Come fare? Con le ricette dal mondo: ecco le moules frites! 

ricetta-moules-frites-viaggio-belgio
Adobe Stock

In questi giorni in cui tutti siamo costretti a casa e non possiamo fare altro che rimanere tra le nostre 4 mura, è importante cercare di passare il tempo. Soprattutto per chi non ha un grande spazio, la convivenza con gli altri membri della famiglia può diventare stressante, ma bisogna resistere. L’italiano poi, si sa, ha voglia di intrattenersi, ha un grande spirito identitario e, sicuramente, una delle cose che sta facendo maggiormente in questi giorni è cucinare. Chi poi ama viaggiare sicuramente starà soffrendo. Niente valigia pronta, niente itinerari da realizzare. Ecco allora che la cucina ci viene in aiuto per farci viaggiare, almeno a tavola. Dopo avervi raccontato molte ricette come quella dei burritos, delle empanadas, del goulasch, dei ravioli cinesi… questa volta vi portiamo in Belgio con una ricetta tipica, semplice, ma gustosa. Le moules frites.

La storia delle moules frites

Se masticate un po’ di francese avrete già capito di cosa si tratta. Le moules frites sono cozze patatine fritte. L’idea vi raccapriccia? Vi sembra un menù bambini reso “adulto” dalle cozze, ma che resta un accostamento un po’ strano? Comprensibile. Ma occhio a non dire nulla di tutto ciò ai francesi e ai belgi perché questo è il piatto tipico del Belgio in cui le patatine diventano centrali nel piatto. La città che ha dato in qualche modo i natali a questa ricetta è Lille, a nord della Francia. La realizzazione è molto semplice, ma non per questo priva di valore. Le cozze bollite o cucinate nel vino o nel burro vanno poi servite con le patatine fritte.

La ricetta per le moules frites

Grazie alla ricetta di Un Pinguino in Cucina possiamo dirvi che per realizzarle vi servono 1 kg di cozze, 150ml di birra chaira, 25 grammi di burro, 1 cucchio si succo di limone, cipolla, aglio sale e pepe. Una volta pulite accuratamente le cozze dovrete mettere in un tegame dove avrete fatto sciogliere un po’ di burro e aggiunto aglio e cipolla. Dopo circa 10 minuti aggiungete birra e succo di limone e dopo aver fatto insaporire aggiungete le cozze e lasciate cuocere.

Accanto a loro, nella ricetta, chiaramente ci vanno le patatine fritte! Un accostamento un po’ bizzarro, direte voi, ma sicuramente molto interessante sotto svariati punti di vista. Provare per credere! E poi, ammettiamolo. Le cozze sono buone, le patatine fritte anche, perché al combo dei due sapori non dovrebbe esserlo?