Boris Johnson passa la notte in ospedale: “Solo controlli di routine”

Il premier britannico Boris Johnson ha passato la notte in ospedale: da 10 giorni ha tosse forte e febbre alta, ma pare si trattasse solo di controlli.

Subito dopo aver dichiarato lo stato d’emergenza ed il lockdown di tutta la nazione, il premier britannico Boris Johnson è stato trovato positivo al Coronavirus. Il primo ministro aveva sviluppato alcuni sintomi come tosse e febbre e dal test è stato confermato che erano dovuti al Covid-19. Sono passati 10 giorni dal risultato del test e le condizioni di salute di Johnson non sono migliorate, continua ad avere febbre alta e tosse.

Leggi anche ->Boris Johnson positivo al Coronavirus, caos a Londra

Proprio per questo motivo il primo ministro ieri sera è stato portato in ospedale per alcuni accertamenti. Pare che il politico abbia passato tutta la notte nella struttura e non è ancora chiaro se sia tornato o meno a casa. Ciò nonostante dal partito fanno sapere che non c’è motivo di preoccuparsi e smentiscono che si sia trattato di un ricovero urgente: “Ha passato tutta la notte in ospedale. Tutti noi speriamo che si rimetta, speriamo inoltre che i risultati dei test gli permettano di tornare a Downing Street il prima possibile”.

Leggi anche ->Coronavirus news | in Inghilterra contagiato bimbo di 9 mesi

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Boris Johnson in ospedale, il premier rimane in carica

In seguito alla diffusione della notizia del ricovero, i tabloid britannici hanno ventilato l’ipotesi di un cambio di guida temporanea per il Paese. Ipotesi che è stata smentita dal segretario Jenrick che ha dichiarato: “Rimane saldamente in carica al governo. Continueremo ad informarci su cosa accade”. Il capo di gabinetto ha spiegato che il ricovero in ospedale è stato deciso per il persistere dei sintomi dopo 10 giorni, ma che non c’è stato alcun peggioramento: “E’ necessario sottolineare che andare in ospedale è stata una misura precauzionale, si è sottoposto ad una serie di test di routine su consiglio dei suoi medici. Non c’è stato un ricovero d’emergenza e sono sicuro che tornerà al governo il prima possibile”.