Coronavirus, Arcuri frena facili entusiasmi: “Nemico non è all’angolo”

Domenico Arcuri, commissario all’emergenza Coronavirus nominato dal governo, frena facili entusiasmi: “Nemico non è all’angolo”.

(screenshot video)

“Gli indicatori ci dicono solo che stiamo cominciando a contenerne la portata”, così Domenico Arcuri, commissario all’emergenza Coronavirus nominato dal governo Conte frena i facili entusiasmi di queste ultime ore rispetto alla battaglia contro il virus.

Leggi anche –> Coronavirus, morto il poliziotto della scorta del premier Conte

Il commissario evidenzia che “la sua dimensione seppure non uniforme è ancora rilevante. Bisogna astenersi dal pensare che sia già arrivato il momento di tornare a normalizzare comportamenti”.

Leggi anche –> Fabrizio Corona diffidato dalla Questura, non rispetta le norme anti Coronavirus

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Il commissario Arcuri e la situazione Coronavirus

Coronavirus Italia Genova

Si tratta dunque di una battaglia che “prosegue senza sosta dobbiamo però evitare di cominciare a pensare che stiamo vincendo, che abbiamo costretto avversario in un angolo e stiamo per avere il sopravvento”. E ricorda: “Ognuno deve fare la sua parte con lo stesso civismo che abbiamo dimostrato di avere”.

Il commissario Arcuri, nel suo incontro con la stampa, evidenzia come le immagini di strade piene e lunghe code apparse oggi sui social non siano da prendere ad esempio: “Vanno deplorate. Dobbiamo fare di tutto per evitare che i sacrifici di tutti noi vengano vanificati”. E chiosa: “Non è il momento di pensare alla normalizzazione e ai calendari, continuiamo come abbiamo fatto finora”.