Terremoto a Roma: paura nella notte, in strada a Tivoli

Terremoto a nord est di Roma di magnitudo 3: avvertito in città e nei paesi limitrofi

terremoto roma

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita questa notte a nord Roma fino a Civitavecchia, facendo sobbalzare dal letto migliaia di persone e facendone riversare parecchi in strada. Il sisma di magnitudo 3.00 è stato rilevato alle 2.12 e l’INGV, l’istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha reso noto che l’epicentro è stato fra Marcellina e San Polo – comuni a poca distanza da Guidonia e ad appena 40 km da Roma – con ipocentro a 16 km di profondità. Si è trattato di un terremoto sussultorio.

Terremoto a Roma: avvertito in molti quartieri, gente in strada a Guidonia

Il terremoto è stato breve, ma molto intenso e ha fatto sobbalzare dal letto milioni di cittadini del Lazio. La scossa è stata avvertita distintamente nei quartieri a Nord Est della città soprattutto quelli lungo la direttrice Nomentana e Tiburtina. Molto spavento fra gli abitanti di Guidonia, Mentana, Monterotondo, Tivoli e Castel Madama. Diverse le persone che allarmate sono scese in strada e molti cittadini residenti vicino all’epicentro hanno riferito di un forte boato. Il terremoto è fortunatamente durato poco, ma molto intenso tanto che è stato avvertito fino ai Castelli Romani e perfino fino a Civitavecchia. Non risultano danni a persone o cose.

A Roma la scossa è stata avvertita in molti quartieri della città: Tiburtina, Monte Sacro, Prati Fiscali e poi Prenestino, Salario, San Lorenzo, San Giovanni, Appia e perfino all’Eur. Tantissimi cittadini si sono riversati sui social in cerca di conferme e conforto in un momento già molto difficile. Ma anche di tanta ironia per sdrammatizzare la tensione di una situazione molto faticosa.