Tour virtuale della Cappella Sistina: visita online i musei Vaticani

0
10

Tour virtuale dei Musei Vaticani: visita online gratuita da casa da pc e smart tv

cappella sistina
Visita virtuale alla Cappella Sistina

Sedetevi sul divano, accendete il pc, abbassate le luci e siate pronti a restare a bocca aperta ad ammirare il capolavoro della Cappella Sistina. Il tour virtuale dei Musei Vaticani vi permetterà di scoprire senza spostarvi da casa, ma comodamente seduti sulla poltrona, le meraviglie e i tesori di inestimabile valore custodite da questo museo.

I Musei Vaticani sono il terzo museo più visitato al mondo dopo il Louvre di Parigi e il Metropolitan di New York e le file per entrare sono ogni giorno lunghissime. La parte del museo che lascia tutti in estasi è la Cappella Sistina e lo sguardo inevitabilmente andrà all’insù a cercare il Giudizio Universale di Michelangelo.

Indubbiamente lo stupore che si ha dal vivo nell’entrare nella Cappella Sistina o ammirando le Stanze di Raffaello non è lo stesso che si ha in uno schermo, ma il tour virtuale dei Musei Vaticani vi dà la sensazione di entrare dentro e davanti a certi capolavori anche dietro uno schermo si hanno comunque i brividi.

La quarantena forzata a casa per il Coronavirus è l’occasione per visitare musei e monumenti, vedere mostre e video. Potete visitare online la grande mostra di Raffaello Sanzio alle Scuderie del Quirinale oppure i musei di Roma o andare a Parigi restando a casa ovviamente e visitare il Louvre.

Cappella Sistina tour virtuale

La Cappella Sistina è un concentrato di arte e di storia. Fu voluta da Papa IV della Rovere che decise di far restaurare l’antica Cappella Magna e diede compito ad artisti dell’epoca di dipingere le sue pareti e la volta. Così nella Cappella Sistina troviamo le opere dei più grandi esponenti del Rinascimento: Perugino, Botticelli, Rosselli e il Ghirlandaio e poi ovviamente Michelangelo che dipinse il Giudizio Universale sulla volta della Cappella. Ed è qui nella Cappella Sistina che dal 1878 si riuniscono i cardinali in conclave per eleggere il papa.

Fa parte dei Musei Vaticani ed è la principale attrazione: ogni giorno migliaia di persone la affollano per vedere questo spettacolo. E bisogna dire che nella confusione è difficile restare fermi ad osservare ogni particolare. Specialmente nei giorni di maggiore affluenza si riesce a dare poco più di un’occhiata.

Ed è questo che aspetto che il tour virtuale della Cappella Sistina sopperisce. Non avremo in video lo stesso stupore che abbiamo dal vero, ma abbiamo la possibilità di indugiare su ogni dettaglio. Con il tour virtuale possiamo osservare particolari e restare anche in semplice ammirazione per tutto il tempo che vogliamo.
Il tour virtuale della Cappella Sistina è gratuito è permette una visione a 360 gradi di tutto l’ambiente: le pareti e la volta. Potete osservare con dovizia il capolavoro di Michelangelo che Papa Giovanni Paolo II definì il ‘Santuario della teologia del corpo umano’.

Tour virtuale dei Musei Vaticani

I Musei Vaticani sono una delle più grandi attrazioni del mondo e uno dei siti più visitati di Roma. La celeberrima Cappella Sistina è uno dei principali motivi che spinge turisti da tutto il mondo a mettersi in fila. Sono in migliaia che ogni giorno dell’anno con qualsiasi temperatura e in qualsiasi condizione meteorologica attendono per entrare. Mai musei Vaticani hanno altre sezioni con capolavori meravigliosi, fra cui le Stanze di Raffaello. Si tratta di quattro sale affrescate dal grande pittore marchigiano di cui proprio quest’anno ricorrono i 500 anni dalla sua scomparsa.

Per accedere ai tour virtuali gratuiti dei Musei Vaticani basterà andare sul sito e da qui potete scegliere quale visita online fare: Cappella Sistina, Stanze di Raffaello, il Museo Chiaramonti dove sono esposte antiche statue; il Braccio Nuovo; il Museo Pio Clementino che si trova nel Palazzetto del Belvedere e ospita collezioni di epoca greca e romana; la Cappella Nicolina, cappella privata di Papa Niccolò V è una splendida cappella affrescata dal Beato Angelico; la Sala dei Chiaroscuri con affreschi e decorazioni