Home News Coronavirus, Spagna ad alto rischio: 4mila casi, la metà a Madrid

Coronavirus, Spagna ad alto rischio: 4mila casi, la metà a Madrid

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:58
CONDIVIDI

Spagna ad alto rischio contagio da Coronavirus: 4mila casi, la metà a Madrid, dove c’è stato un boom, al via misure di contenimento.

(Carlos Alvarez/Getty Images)

Il nuovo coronavirus Covid-19 ha già causato 4.209 casi di contagio in Spagna, 3.900 ancora positivi, dopo la morte di 120 persone e 189 pazienti guariti. La Comunità Valenciana ha confermato il primo decesso per il virus il 3 marzo.

Leggi anche –> Coronavirus, la situazione in Europa: la Spagna ha 3000 contagiati

Da allora, si sono avuti 56 morti a Madrid, 14 nei Paesi Baschi, sette in Aragona, tre in Castilla y León, sei in Catalogna, due a La Rioja, uno in Estremadura, uno nelle Asturie, uno a Maiorca e uno a Castilla -La Mancha.

Leggi anche –> Coronavirus Spagna, turista italiano a Tenerife positivo

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La situazione Coronavirus in Spagna: boom di casi a Madrid

(David Ramos/Getty Images)

Sebbene dunque l’allarme per il Coronavirus sia stato lanciato in ritardo rispetto ad esempio al nostro Paese, ora anche la Spagna deve fare non solo i conti con la pandemia, ma anche col rapido aumento dei contagiati. La metà dei casi finora sono stati riscontrati a Madrid e nella città metropolitana, compreso l’hinterland. Seguono i Paesi Baschi (417), la Catalogna (319), La Rioja (243), l’Andalusia (158) e la Castiglia-La Mancia (115).

Almeno 190 persone sono ricoverate in terapia intensiva, 135 nella Comunità di Madrid e tutte le persone infette sono isolate. In netto aumento il numero di tamponi, che sono quasi 20mila in pochi giorni e ora il Paese passa ad azioni di forte contenimento. Madrid registra anche il contagio dei minori: almeno una bambina di quattro anni e un caso diagnosticato nella scuola privata dove studiano la Principessa Leonor e l’Infanta Sofia. Nel Paese iberico dunque, mentre in Cina e Corea del Sud siano nella fase di netto miglioramento, rischia ora di ripetersi una casistica simile a quella italiana.