Vercelli, maltratta ex moglie e aggredisce carabinieri: arrestato

0
4

Un uomo italiano di 33 anni è stato arrestato in provincia di Vercelli. Stava provando ad entrare con la forza in casa dell’ex moglie, dove vivono anche i figli.

operazione antidroga

Un uomo italiano di 33 anni è stato arrestato in località di Alice Castello, provincia di Vercelli, accusato di maltrattamento familiare e lesioni a pubblico ufficiale. L’uomo è stato sorpreso dai carabinieri mentre stava cercando di entrare in casa dell’ex moglie contro la volontà di quest’ultima, mostrando un comportamento molto violento e aggressivo. Una volta arrestato ha dichiarato di essersi agitato poiché l’ex moglie non gli permetteva di vedere i figli piccoli, che la donna aveva in custodia. Il motivo di tale impedimento da parte della madre sarebbe stata appunto la violenza dell’uomo, da sempre problematica. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Buronzo, con i colleghi dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Vercelli e della stazione di Casanova Elvo: all’arrivo hanno subito contattato la donna, che era barricata in casa con i due figli piccoli mentre l’uomo sbraitava fuori dalla porta.

Leggi anche –> Donna picchiata | Sconosciuto la pesta dopo no alle sue avances

Maltratta la moglie e aggredisce i carabinieri, arrestato uomo di 33 anni

sicurezza sul lavoro

Nel tentativo di calmare l’uomo e allontanarlo dalla casa dell’ex moglie, i carabinieri sono stati spintonati e presi a sputi. Alla fine il criminale è stato bloccato grazie all’intervento di una pattuglia della Radiomobile. La donna vittima dell’accaduto ha poi raccontato ai militari che i maltrattamenti da parte dell’ex marito persistevano da diverso tempo, e che lui non aveva mai accettato la separazione e l’allontanamento dai figli. A chiamare le forze dell’ordine sul posto, domenica notte, non è stata lei ma l’uomo arrestato, che si è lamentato con i carabinieri di non poter vedere i propri figli. Accompagnato in caserma, il 33enne è stato dichiarato in stato di arresto per maltrattamenti in famiglia, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Al termine degli accertamenti è stato inserito in carcere su disposizione del pubblico ministero della Procura della Repubblica.

Se vuoi seguire tutte le ultime notizie selezionate dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

Truffa ai danni di asili e case di riposo