Mamma uccide il figlio di 3 anni e lo getta nel fiume per andare in vacanza

0
1

Una mamma croata di 35 anni è stata condannata a 33 di prigione per aver ucciso e nascosto il cadavere del figlio di 3 anni.

Chiara Pasic sta scontando una pena di 33 anni di carcere per omicidio volontario. La donna ha pianificato l’assassinio del figlio di 3 anni –Denis– per poter andare in vacanza con un’amica senza avere il pensiero di dover badare al piccolo. Secondo la ricostruzione processuale, la donna ha chiesto ad una ragazzina adolescente di assisterla sia nell’uccisione che nell’occultamento del cadavere di Denis. Le due, quel giorno, sarebbero salite nella camera da letto del piccolo, Chiara lo teneva fermo, mentre la complice lo soffocava con un cuscino.

Leggi anche ->Giovane mamma uccide la figlia di 3 anni per andare ad un festival con gli amici

Quando il bambino ha smesso di respirare, le due sono andare in macchina ad un vicino fiume che si trova nei pressi di Pola e qui hanno scaricato il cadavere. A quel punto Chiara ha pensato di denunciare la scomparsa del figlio, così da non destare eccessivi sospetti. Gli investigatori, però, hanno ritenuto la testimonianza della donna poco convincente ed hanno cominciato a torchiarla. Dopo qualche ora d’interrogatorio la mamma ha confessato quello che aveva fatto.

Leggi anche ->Mamma uccide la figlia prendendo spunto da Google: succede in America

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Mamma uccide il figlio per andare in vacanza: respinto il ricorso per la riduzione della pena

Condannata a scontare 33 anni di carcere per omicidio volontario, la donna ha dato mandato ai propri legali per chiedere uno sconto della pena in appello. Il giudice, però, ha respinto il ricorso, spiegando che l’imputata non ha solo pianificato l’omicidio, ma l’ha compiuto con freddezza e non ha mostrato alcun rimorso nemmeno quando è stata condannata. Confermata la pena anche alla sua complice, condannata a 3 anni di reclusione per concorso in omicidio.