Le condizioni della neve di oggi con i cambiamenti climatici

Come sta cambiando la neve in questo periodo storico per via dei cambiamenti climatici.

Valanga (iStock)

In questo periodo storico, in cui sembriamo concentrarci solo ed unicamente sull’emergenza coronavirus, in realtà il nostro pianeta sta soffrendo per altri motivi. Sebbene l’emergenza legata all’epidemia di questo virus sia ovviamente importante e ovviamente deve essere tenuta sotto controllo è anche importante, non dimenticarsi delle battaglie fatte fino ad ora per cercare di salvare la terra dall’inquinamento atmosferico e monitorare attentamente i cambiamenti climatici. Così Focus ha pubblicato un interessante articolo su come stia cambiando la neve per colpa del riscaldamento globale e chiaramente non sono buone notizie.

La stagione della neve, come stanno oggi i fiocchi di neve

La stagione della neve, infatti, di anno in anno è sempre più corta. Nonostante chiaramente si possano creare delle tempeste di neve a tutti gli effetti, anche laddove invece si pensa che la neve stia diminuendo, se non sparendo. Il punto è che l’intensità degli eventi atmosferici sta diventando sempre più potente, forte, estrema e quindi potrebbe persino aumentare. Come quando succede che ci sono delle bombe d’acqua, magari una normale pioggia si trasforma in un evento di intensità estrema, proprio per via dei cambiamenti climatici. Quindi proprio perché fa più caldo, potrebbe esserci il potenziale per delle nevicate imponenti portando però chiaramente a degli eventi estremi, come abbiamo detto.

Come sta la neve oggi?

Attualmente le condizioni della neve sono piuttosto particolari perché sta scarseggiando. Questo potrebbe provocare dei problemi anche agli animali perché tutti coloro che hanno una pelliccia bianca, proprio per mimetizzarti, si trovano in difficoltà in questi giorni in cui la neve non c’è. Gli animali bianchi che si muovono su dei terreni marroni diventano automaticamente un bersaglio più facile per i predatori. Chiaramente però pare che gli animali potrebbero lentamente adattarsi a questo cambiamento del climatico. Ad esempio le Lepri della Neve: alcuni scienziati hanno notato come in alcune zone più a sud del loro habitat naturale, dove la neve scarseggia, questi animali non hanno fatto una muta completa e quindi la pelliccia non è diventata completamente bianca, ma è rimasta delle macchie scure perfetta proprio per camuffarsi.

I ghiacciai arretrano e gli alberi prendono possesso della natura

Inverno (iStock)

Stessa situazione particolare anche per la vegetazione perché piano piano gli alberi si stanno espandendo anche laddove invece prima non c’erano. In un recente rapporto sulle condizioni atmosferiche, infatti, si è visto come la tendenza globale sia quella di vedere alcune piante che, in qualche modo, migrano e si stabiliscono in nuove aree per via del rallentamento dei ghiacciai. Una situazione complessa e in costante e continua evoluzione.