Home News Coronavirus, il virologo Burioni: “Chi ha la febbre deve stare a casa”

Coronavirus, il virologo Burioni: “Chi ha la febbre deve stare a casa”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:47
CONDIVIDI

In merito al Coronavirus parla il virologo Roberto Burioni, ricordando l’importanza di stare a casa quando si ha la febbre, una regola che dovrebbe essere sempre valida.

Il virologo Roberto Burioni è un medico, accademico e divulgatore scientifico italiano. Spesso è intervenuto sui social sul tema dei vaccini. Oggi, in un video pubblicato sul suo sito Medicalfacts, ha parlato del Coronavirus. Delle buone norme che bisognerebbe adottare anche in caso di lievi infezioni respiratorie perché, in un momento di emergenza come questo, potrebbero creare allarmismo.

Leggi anche -> Coronavirus, Burioni: “Quarantena per chi è stato in Cina! Ma restiamo calmi”

Chi ha la tosse, chi ha la febbre, chi non sta bene deve stare a casa. Questa regola è valida sempre ed è ancora più valida oggi perché se una persona con una semplice influenza si mette a girare, va a lavoro e così via, contagia gli altri. E se uno di quelli contagiati per caso è stato nelle zone a rischio il nostro sistema sanitario spreca risorse per isolare e controllare questa persona che alla fine magari si dimostra avere solo l’influenza“, così inizia Burioni nel suo video. “L’influenza ci può fare un danno indiretto e per questo è importantissimo prendere tutte le precauzioni – lavarsi le mani, evitare i luoghi affollati – non solo per evitare il Coronavirus, ma anche per l’influenza che in questi giorni difficili ci confonde“.

Leggi anche -> Coronavirus, nuova vittima in Veneto: 11 morti accertati | VIDEO

Le importanti parole del virologo italiano Roberto Burioni

Ricordiamoci: se si sta male si sta a casa, chi va a lavorare con la tosse o con la febbre non è un lavoratore particolarmente coscienzioso ma è soltanto uno sciocco che può mettere in pericolo gli altri e in particolare, in questo momento, può mettere in pericolo la tenuta del nostro sistema disperdendo le energie in direzioni che invece sono inutili“, queste le raccomandazioni finali del medico Roberto Burioni sui comportamenti più coscienziosi da utilizzare in caso di malattia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!