Coronavirus, Trenitalia rimborsa tutti i biglietti del treno: come fare

Rimborsi dei biglietti dei treni: Trenitalia attua delle particolari disposizioni per chi decide di cancellare la propria prenotazione.

trenitalia-coronavirus-rimborsi (1)
Pixabay

Il Coronavirus sta letteralmente tenendo sotto scacco tutto il nostro paese. L’Italia del Nord, soprattutto, è bloccata ed isolata e quindi anche i trasporti cominciano ad essere piuttosto complicati e difficili da gestire. Tante le domande da parte dei passeggeri che hanno prenotato una partenza o che hanno un viaggio in treno da fare in questo giorni magari per lavoro, non solo per piacere. Cosa fare se non ve la sentite più di partire?

Le procedure speciali delle Ferrovie dello Stato

Il gruppo delle Ferrovie Italiane, quindi ha messo in pratica delle procedure speciali per garantire la gestione di queste situazioni che si possono eventualmente ricondurre proprio ai casi di Coronavirus.

Il rimborso sugli Intercity e sulle Frecce

In una nota, la ferrovia delle dello stato ha così informato passeggeri di questo piano straordinario e, tra le misure, adottate troviamo come prima cosa la possibilità di rimborsare in maniera integrale tutti i biglietti acquistati fino al 23 febbraio per i viaggi con le Frecce, Intercity ,Intercity notte, regionali. Questi saranno rimborsati con un bonus elettronico di importo pari al valore del biglietto acquistato, utilizzabile entro un anno dalla data di emissione del bonus.

Rimborso per i regionali

Per quanto riguarda invece i biglietti regionali il rimborso ci sarà, ma avverrà in denaro e bisognerà presentare la richiesta di rimborso entro il primo marzo 2020 sia recandosi in biglietteria che compilando l’apposito form sul web.

Le misure di sicurezza per passeggeri e lavoratori

Inoltre per cercare di preservare anche il personale a bordo dei, tutti a bordo avranno delle mascherine e guanti monouso. A bordo sono stati installati dei dispenser di disinfettanti per mani e e sono state incentivate tutte le attività di pulizie e di disinfestazione a bordo dei treni di tutta la flotta di Trenitalia.

Cominciano quindi le prime grandi manovre per la sicurezza, sia dei viaggiatori che del personale a bordo dei treni, ma soprattutto anche le attività in essere per cercare di venire incontro a tutti coloro che avevano magari in programma un viaggio e attualmente non possono più partire.